Visualizza articoli per tag: bici

Prosegue con successo l’iniziativa Parcheggio Custodito per biciclette a cura della Circoscrizione Prato centro, posto nella piazzetta interna del centro civico “Bernardi” di via Tintori 62 e inaugurato lo scorso 25 maggio. L’accesso è possibile anche da piazza Mercatale, rendendo così il servizio pratico ed agevole a tutti coloro che vogliono spostarsi in centro in bicicletta e lasciarla in un posto custodito ed in forma gratuita.
Il servizio che è stato attivato dalla Circoscrizione Centro, su iniziativa del Presidente Massimo Taiti, prevede una apertura settimanale con il seguente orario: lunedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19,30; dal martedì al sabato dalle ore 10 alle ore 13,30 e dalle ore 16 alle ore 19,30, Chiuso la domenica.
"Questo primo mese di prova, che andrà avanti fino al 25 giugno, sta producendo già i suoi effetti - afferma il presidente Massimo Taiti - ogni giorno aumenta progressivamente il numero dei ciclisti che fanno uso di questo luogo custodito, al termine del primo periodo, se la frequentazione sarà consistente, il servizio sarà prorogato anche nei mesi successivi. Come pure, si potrà prevedere delle aperture straordinarie nelle domeniche, i giovedì sera dei negozi aperti, le notti bianche o altre manifestazioni di interesse cittadino. Un accordo con l’associazione Auser prevede la presenza di alcuni anziani che si danno il cambio nel corso della giornata e di dare l’allarme alla polizia in caso di movimenti sospetti. Ovviamente la Circoscrizione non è responsabile degli eventuali furti parziali o totali delle biciclette parcheggiate, per questo si consiglia sempre di utilizzare sempre una buona catena in modo da allucchettare la bici alle rastrellieri presenti nello spazio, difatto però la presenza dei pensionati distoglie sicuramente molti malintenzionati ad avvicinarsi a questo luogo. A questi nostri anziani, fortemente motivati nello svolgere il servizio di vigilanza, va il ringraziamento della Circoscrizione, come pure un ringraziamento va a tutti i cittadini che con l’uso della bicicletta dimostrano di voler bene alla propria salute ed alla città".

Fonte: Comune di Prato

Pubblicato in IN EVIDENZA

Il giorno 30 maggio si è svolta la conferenza stampa per fare il punto della situazione sul bike sharing a Mestre e al Lido. Il bike sharing si conferma sempre di più uno strumento di supporto ad una mobilità sostenibile, contribuendo efficacemente al depotenziamento del traffico veicolare in terraferma. Ribadisco dunque la forte volontà condivisa dall’Amministrazione comunale e da Avm di potenziare e rilanciare il servizio». Si è aperta con queste parole dell’assessore comunale alla Mobilità, Ugo Bergamo. Sono intervenuti, oltre a Bergamo, il presidente di Avm, Giovanni Seno e il responsabile del Servizio Mobilità sostenibile, Roberto Di Bussolo. Il servizio di bike sharing, inaugurato a Mestre nel 2010, esteso al Lido e affidato ad Asm (oggi Avm) l’anno successivo, conta attualmente a Mestre 16 stazioni con circa 80 biciclette, e al Lido 2 stazioni con 15 biciclette. Lo scorso anno, come ha ricordato Giovanni Seno, il servizio ha visto una drastica riduzione del numero di biciclette a disposizione a causa di una raffica di furti e danneggiamenti, concentrati nei mesi a cavallo tra il 2012 e il 2013, che ha portato il parco bici da 80 a 30 unità, per un danno totale di circa 30mila euro. «Nonostante questo - ha continuato Seno - il servizio si conferma in crescita, registrando il 7% in più di utilizzo nei primi 5 mesi del 2013 rispetto all’anno precedente».

Per rilanciare e rafforzare il servizio sono in programma una serie di interventi che vanno dal contrasto ai furti, con l'installazione di un sistema di videosorveglianza nelle principali stazioni e di rilevatori GPS sulle biciclette elettriche che a breve saranno rese disponibili, all'incremento degli interventi settimanali di riposizionamento delle biciclette, dall'installazione di nuove stazioni al Lido, al potenziamento della flotta, per arrivare, a regime, a 100 bici a Mestre e 20 al Lido. Il piano di interventi prevede inoltre, entro un anno e mezzo, il potenziamento delle stazioni più utilizzate (Stazione, Circonvallazione, Piazzale Sicilia, Cialdini) e, fra due o tre anni, il posizionamento di nuove stazioni al Lido, Marghera e Mestre. Sono inoltre al vaglio dell'Amministrazione e di Avm alcune ipotesi di collaborazione con l'associazione albergatori per promuovere il bike sharing tra gli ospiti degli alberghi locali e la possibilità di utilizzare le stazioni e le biciclette stesse come veicoli per sponsor pubblicitari.

Fonte: nuovavenezia.gelocal.it

Pubblicato in IN EVIDENZA

Domani si apre la manifestazione Velo City 2013, una kermesse dedicata alla bicicletta e al mondo delle due ruote ecologico. I numeri di questa manifestazione sono certamente interessanti: oltre 1000 partecipanti, la presenza di 60 paesi diversi; 330 presentazioni internazionali; 240 incontri pubblici; 25 relatori internazonali, i Ministri dei Trasporti e dell’Ambiente dei vari Stati, europarlamentari, sindaci di grandi città quali New York, Copenhagen, Stoccolma, Monaco di Baviera, Colonia, Praga, Budapest. Brilla per la sua assenza, però, proprio l’Italia che vi partecipa non come presenza politica ma, diciamo privatamente grazie a una decina di rappresentanti della FIAB.

Vienna ha dedicato il 2013 proprio alla bicicletta tant’è che la città si è posta quest’anno come obiettivo di portare il trasporto in bicicletta, attualmente al 6%, al 10% entro il 2015.

Eppure il programma di Velo-City offre una delle migliori occasioni per conoscere lo stato dell’Arte, la pianificazione, progettazione e gestione del trasporto urbano e extraurbano in bicicletta, il che lascia appunto pensare quale sia poi di fatto la sensibilità dell’Italia rispetto alla considerazione della bicicletta come mezzo di trasporto piuttosto che come mezzo ludico e vacanziero.

Veniamo alla presenza italiana per cui saranno relatori per la FIAB, Andrea Scagni, docente di statistica all’Università di Torino che presenta la “1^ Indagine nazionale sul ciclista urbano” e Valerio Parigi, vicepresidente FIAB, che racconterà “Esperienze di ciclabilità nelle città storiche: il caso di Firenze”; vi partecipa anche il presidente di Fiab Ciclobby Milano, Eugenio Galli. Ma sottolinea FIAB che:

Né tra i relatori, né tra i “semplici” partecipanti, risultano registrati rappresentati del Parlamento o del Governo italiano. Le ultime presenze risalgono all’edizione australiana del Velo-City che si tenne nel 1996 a Perth, all’altro capo del mondo. Dopo di allora il buio assoluto.

Velo-City non è solo conferenze o workshop ma anche una manifestazione che ospita espositori quali Cycling Embassy of Denmark e Dutch Cycling Embassy, ossia i due consorzi pubblico-privati danese e olandese il cui obiettivo è esportare il know-how su cultura e tecnica della ciclabilità urbana ed extraurbana; ma vi sono anche società che si occupano di cicloposteggi oppure le le Ferrovie Tedesche che presentano i servizi offerti ai ciclisti.

Fonte: www.ecoblog.it

Pubblicato in IN EVIDENZA
Venerdì, 07 Giugno 2013 14:13

Le pedalate amiche

Arrivano sul web i migliori itinerari ciclistici della Provincia di Modena. Scaricabili sul web sono realizzati per la Provincia da la lumaca edizioni, che da diversi anni cura la pubblicazione di guide ciclo-pedonali per la promozione del territorio. Ad oggi sono stati realizzati i primi 2 itinerari: “Dal centro lungo il Panaro, tra vigneti, rocche e torrenti” e “Un tuffo nel verde e in un passato di 3.500 anni fa”. Sono facilmente scaricabili on line, insieme alla mappa e alla traccia GPX. Nel corso dei prossimi mesi saranno realizzati altri 13 itinerari per coprire, in modo omogeneo, l’intero territorio provinciale. Il progetto “Pedalate Amiche” si inserisce il linea di continuità con la guida “Passeggiate Amiche” - edita lo scorso anno sempre da la lumaca edizioni - confermando l’interesse dell’Amministrazione provinciale a tutelare e promuovere il proprio territorio.

I due itinerari in formato Pdf

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Su EasyBike il portale delle due ruote in Piemonte, puoi trovare altre informazioni sull'uso della bici a Torino e in Piemonte.

Pubblicato in IN EVIDENZA

Sono già trenta le città italiane, e i gruppi di cicloamatori, che domenica 9 giugno si metteranno in bici per dire no al turismo sessuale a danno di minori. Ecpat Italia e Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) lanciano la campagna "Un altro viaggio è possibile", realizzata in previsione dei Mondiali di calcio in Brasile.

L'obiettivo dell'iniziativa è "sensibilizzare l'opinione pubblica, le istituzioni e la società civile sul dramma dello sfruttamento sessuale dei bambini in vista del grande evento sportivo, che si terrà nell'estate del 2014".

Gli italiani, infatti, sono ai primi posti come clienti di minori fatti prostituire in Paesi come Brasile, Repubblica Dominicana, Kenya. Questo aspetto, unito al gran numero di minori sfruttati nel mercato del sesso in Brasile - circa 500 mila - e l'impatto che i grandi eventi possono avere sull'aumento dello sfruttamento, hanno spinto Ecpat e Fiab a "mettersi in marcia" per chiedere che i mondiali siano a "impatto zero sui bambini".

"Partire in largo anticipo significa poter informare al meglio i possibili turisti in partenza; farlo in un periodo così favorevole in cui si parla di viaggi, può permettere a questo messaggio di arrivare ancora più lontano.

Il sito ufficiale dell’organizzazione www.ecpat.it

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/events/297261323741779/

Per aderire e organizzare una marcia cicloturistica rivolgersi alla FIAB (Giacomo Scognamillo:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 3351514550)

Associazioni aderenti e programmi di iniziative locali:

Associazioni aderenti e programmi di iniziative locali:

BARI - Fiab Ruotalibera Bari

Un altro viaggio è possibile

Referenti:  Tinelli (338.3118834) Cascarano (340.3369358) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BENEVENTO - Fiab Sannio ambiente e bicicletta

"Un altro viaggio è possibile" escursione a Torre San Giovanni, le terre dell'imperatore

335 7238484 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BOLOGNA - Monte Sole Bike Group

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 051/0867622 o 6255924 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BRESCIA - Amici della Bici Corrado Ponzanelli

"Un altro viaggio è possibile" - In Val Brembana. Alle terme di San Pellegrino.

referente Osvaldo 3289672443

BRINDISI - Cicloamici FIAB (sezione di Brindisi)

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 339-5860740 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CATANIA - FIAB MONTAinBIKE Sicilia

"Un altro viaggio è possibile" pedalata nella parte più antica della città

Referente Marco Celentano  338.1597412 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CREMONA - Fiab Biciclettando Cremona

"Un altro viaggio è possibile" Modena-Vignola e Percorso Natura del Panaro (k.65ca)

referenti Pier 335.7066194 – Gianna 339.1546843

FOGGIA - Ass. di Vol. Cicloamici Foggia

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 348-8822041 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GIULIANOVA (TE) - Circolo Legambiente Giulianova

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 329-1523459 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GROSSETO - FIAB GrossetoCiclabile

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 329-2157746 347-6874104 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCE - FIAB CICLOAMICI LECCE

"Un altro viaggio è possibile" escursione "Alle colonne romane e l'Isola della Malva"

Referente Massimo Di Giulio  329 3425253 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NAPOLI - Cicloverdi

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 081-291184 333-7188318 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PADOVA - Amici della Bicicletta

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 3381812519 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PALERMO - Coordinamento Palermo Ciclabile – Fiab

"Un altro viaggio è possibile" Cicloturisti a  Magaggiari ( Cinisi )

POMPEI (NA)- FIAB Amici della Bicicletta Pompei

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 081-8632334 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RAVENNA - AdB Massa Lombarda - Lugo - Ravenna

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 3204755769 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RIMINI - Pedalando e Camminando Fiab/Rimini

"Un altro viaggio è possibile  "Modena-Vignola e Percorso Natura del Panaro(k.65ca)

referenti: Paolo 3397490269 – Ivana 3349516245

ROMA - Ostia in Bici XIII

Gita alle gole del Melfa (FR)

referente: Angelo 3404831006 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ROMA - VediROMAinBici

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 339-4229298 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SALERNO - Cycling Salerno

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 349-8136344 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TORINO - Bici&Dintorni Torino

Tre eventi per ……. "Un altro viaggio è possibile"

La Corona di Delizie in bicicletta nel tratto sud ovest

MOTTARONE

Le cicogne di Racconigi

referente Mario Agnese 349 1772577 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VAL DI SUSA (TO)- BIKETRACK

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 338-4499814 - 347-5976276 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VASTO (CH) - FIAB Vasto Pedala

“Un altro viaggio è possibile”

tel: 338-9675721 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VICENZA -  Tuttinbici FIAB Vicenza

Un altro viaggio è possibile CERVARESE SANTA CROCE

Referenti: Sede c/o Patronato Leone XIII, contrà Vittorio Veneto 1 - giovedì 20:30 - 22:00, Alessandro cell. 347 5558714 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Siamo in attesa di ulteriori particolari da parte di

TRIESTE

UDINE

GENOVA

ASCOLI PICENO

NOVARA

CAGLIARI

VERONA

MARINA DI CARRARA

Fonte .Fiab; bicipieghevoli.net

Pubblicato in IN EVIDENZA

Dalla scrivania sommersa di carte alla sella di una bici per ammirare panorami e sentire storie da tutto il mondo. Stefano Cucca, 34 anni, consulente strategico e docente di management, l'8 giugno da Sorso (SS) dara' inizio all'avventura Rumundu: 300 tappe, 30.000 chilometri e 9 milioni di pedalate passando per Europa, America, Asia, Africa. Stefano ha deciso di lasciare tutto per un anno per realizzare il suo progetto: pedalare alla ricerca di storie di vita sostenibili. Per il suo sogno Stefano lascia un lavoro di successo come consulente strategico e docente di management, e parte sabato 8 giugno dal suo paese, da cui avrà inizio l'avventura 'Rumundu': 300 tappe, 30.000 chilometri e 9 milioni di pedalate passando per Europa, America, Asia, Africa.

Fonte: Ansa

Pubblicato in IN EVIDENZA

"Prendiamo atto con soddisfazione del comunicato del 29 maggio 2013 in cui l’Assessore ai Trasporti rassicura i pendolari pugliesi e i turisti, che dovessero decidere di portare la propria bicicletta in treno, circa la volontà della Regione di rinnovare il protocollo con le Ferrovie regionali. Secondo quanto affermato dallo stesso Assessore, così come riportato sul sito della Regione Puglia, le condizioni del "precedente protocollo" resteranno valide fino alla sottoscrizione del "nuovo protocollo". Questa posizione solleva degli interrogativi sui contenuti del nuovo protocollo, del quale non si conosce ancora nulla. Auspichiamo che il nuovo protocollo preservi i contenuti del precedente, rappresentandone un miglioramento e non, giammai, un depotenziamento e che la direzione intrapresa - quella volta ad incrementare e a migliorare costantemente i sistemi di trasporto intermodale - venga mantenuta. Non siamo certo noi a dover ricordare a entrambe le parti che il trasporto gratuito delle biciclette debba essere visto come un’opportunità e non come una penalizzazione: incentivare il trasporto treno+bici può rappresentare per le Aziende di trasporto ferroviario l’acquisizione di sempre nuovi segmenti di mercato legati al pendolarismo, al tempo libero e al turismo; e per la Regione uno strumento indispensabile per la promozione di un modello di mobilità “sostenibile” che - ricordiamolo - rientra nelle priorità della stessa Regione e dell’Assesorato. Al contrario, scoraggiare il trasporto della bici sui treni regionali può significare perdere segmenti di clientela che potrebbero trovare più conveniente l’utilizzo di altri mezzi di spostamento tra cui, principalmente, l’auto privata. Riteniamo importante anche sottolineare che Regione e aziende di trasporto dovrebbero farsi carico di una puntuale e corretta informazione nei confronti degli utilizzatori. Non è infatti più accettabile che i passeggeri debbano sapere della proroga di un protocollo di intesa a soli due giorni dalla scadenza dello stesso.

Un pendolare che utilizza il “treno+bici” deve poter decidere per tempo, senza dover aspettare l'ultimo giorno utile, se gli convenga acquistare un abbonamento ferroviario o debba invece organizzare i propri viaggi diversamente.

Fonte: Comunicato stampa Fiab

Pubblicato in IN EVIDENZA

Domenica 19, per il quarto anno consecutivo, le valli di Novellara sono state teatro dell’ormai tradizionale Bici Blues, la pedalata eco-gastro-musicale organizzata dall’associazione 9PedAli-Fiab e inserita nel programma del Novellara Blues Festival. Molto buona la partecipazione. Una ottantina di ciclisti, tra i quali anche molti bambini, hanno percorso i circa 20 km dell’itinerario in tutta allegria, alla scoperta di nuovi angoli, di nuove strade, di nuovi e antichi sapori, di quella grande e accogliente terra che è la nostra meravigliosa pianura padana. Il tutto accompagnato da intermezzi musicali rigorosamente Blues, genere musicale che più di ogni altro rappresenta il radicamento dell’uomo nel territorio circostante. Dopo il ritrovo in piazza e le operazioni di iscrizione e prenotazione del pranzo, il lungo serpentone colorato di ciclisti si è diretto verso le valli per fare la prima tappa presso l’azienda agricola Novelli. Davvero eccezionale è stata l’accoglienza di Maurizio e della sua famiglia. Una colazione davvero indimenticabile: latte fresco, panna cotta, pane, burro, marmellate fatte in casa, torte, ciliegie, i sapori antichi di una tradizione contadina che ancora esiste e resiste dalle nostre parti. Molto apprezzata anche la presenza della Coldiretti con il suo banchetto informativo sui progetti e sulle varie attività dell’associazione, nonché con cappellini e magliette, omaggi davvero graditi. Quaranta minuti di piacevole sosta, accompagnati dall’ottima e simpaticissima blues band che vedeva insieme per l’occasione Oscar Abelli, Martin Iotti, Oracle King, e il novellarese doc Follon Brown. Salutato Novelli il Bici Blues si è trasferito per la seconda tappa a S.Bernardino. Qui è stato ospitato dal mitico Ronzoni, figura insostituibile per la comunità Sanbernardinese, animatore e fautore della classica Festa Paesana che ormai da anni si svolge con successo proprio nel cortile di casa sua. All’ombra sotto l’ampia tettoia, i partecipanti hanno potuto godersi una buona mezzora di ristoro e di coinvolgente musica dal vivo (questa volta in acustico) prima di mettersi nuovamente in sella per rientrare a Novellara. Alle 13 in punto, rispettando in pieno la tabella di marcia, il Bici Blues si è presentato all’arrivo in Piazza Unità d’Italia dove i ciclisti hanno potuto fermarsi e gustare un ottimo pranzo musicale sotto i portici, presso il Bar La Rocca di Alberto. Entusiasmante e di assoluto valore, sia dal punto di vista artistico che da quello del coinvolgimento, la performance degli amici musicisti. Al termine del pranzo, tutti a casa a godersi il meritato riposo e a ripensare alla bellissima giornata trascorsa. Davvero sentiti I ringraziamenti all’Azienda Agricola Novelli, alla Coldiretti, a Camillo Ronzoni e i volontari di S.Bernardino, al Bar la Rocca, al gruppo Arginone, a Paolo Parmiggiani e i volontari del CT9, al servizio d’ordine di 9PedAli, alla Polizia Municipale, al Comune di Novellara e a tutti i partecipanti.

Fonte: associazione9pedali.jimdo.com

Pubblicato in IN EVIDENZA

ECF ha reso noto che in Europa per ogni auto nuova venduta sono state vendute due biciclette. La rivista Forbes ha ripreso la notizia chiedendosi se le vendite di bici a pedalata assistita avessero ridotto le vendite di auto in Europa. Forbes non ha dato una risposta definitiva, ma ha terminato il suo articolo sottolineando quanto sia più piacevole recarsi al lavoro in bici piuttosto che in auto. Per ECF è un ormai un fatto assodato che la maggior vivibilità di città medie e grandi in Europa sia da attribuire alla maggiore presenza di bicilette a discapito delle auto. Ma un nuovo studio degli istituti di ricerca Fraunhofer, INFRAS e IFEU commissionato dalla Agenzia Tedesca per l'Ambiente dimostra perchè bisognerebbe passare ad un trasporto sostenibile per ragioni economiche. I ricercatori hanno messo a confronto uno scenario BAU (business as usual) con cinque altri scenari proiettandoli nell'anno 2030. Lo scenario 1 guarda agli effetti di un aumento del 10% di percorsi a piedi e in bici nel modal shift delle aree urbane, confrontandole con  lo scenario BAU. Come conseguenza entro il 2030 il PIL tedesco crescerebbe dell'1,11% e l'occupazione dell'1.37%. Dal punto di vista ambientale gli agenti inquinanti diminuirebbero del 5-10%, e il CO2 di circa il 2 %. Per raggiungere questo scopo bisognerebbe, secondo i ricercatori,  fare un investimento annuo di circa 1 miliardo di Euro/anno per migliorare le strutture per i pedoni e i ciclisti. I soldi potrebbero provenire dalle congestion charges e dagli introiti dei parcheggi. Anche se un aumento del PIL dell'1.1% nel 2030 a prima vista può non sembrare enorme, rappresenta comunque circa 29 miliardi di Euro, se confrontato con il PIL tedesco del 2012. Questa cifra può essere facilmente estrapolata e rapportata all'intera economia europea. A causa della maggior mortalità in media negli altri paesi europei rispetto alla Germania un esercizio fisico regolare porterebbe a maggiori benefici rispetto alla Germania. I benefici per la salute che derivano dal camminare e pedalare sono stati presi in conto nello studio. Inoltre il settore automobilistico tedesco è più importante rispetto a quello di qualsiasi altro paese europeo. Non tenendo conto di questi due fattori, un aumento del PIL dell'1.1% si tradurrebbe in una crescita economica di 141 miliardi nei 27 paesi dell'Eurozona (confrontato con il PIL nel 2012). Queste cifre sono in linea con lo studio fatto internamente da ECF sui vantaggi economici dell'uso della bici nei paesi dell'Eurozona. Studio che sarà reso noto in occasione dell'incontro dei Ministri dei Trasporti dei paesi dell'OCSE durante l'annuale Forum Internazionale dei Trasporti a Lipsia.

Fonte: Fiab

Pubblicato in IN EVIDENZA

Da 3 giugno fino all’8 giugno 2013 ad Udine settimana di promozione di ABiCinCITTA', il progetto che l'associazione aBicitUdine – Fiab  ha sviluppato nel corso dell'ultimo anno con lo scopo di diffondere in città l'uso delle due ruote cercando di coinvolgere commercianti ed esercenti di varie attività per creare una "rete di negozi amici della bicicletta". Lunedì 3 giugno alle ore 18.00, in Sala Ajace di Palazzo D'Aronco a Udine, verrà inaugurata la mostra “ABiCinCITTA': rendiamo la città più attraente con la rete dei negozi amici della bicicletta”, con il patrocinio del Comune di Udine che ha inserito la nostra proposta all’interno della programmazione UdinEstate 2013. In concomitanza con la mostra (che rimarrà aperta fino a sabato 8 giugno), ci saranno una serie di eventi dedicati al mondo delle due ruote: laboratori per bambini, incontri pubblici, pedalate tematiche, il tutto arricchito da momenti conviviali offerti dagli esercenti coinvolti nella “rete dei negozi amici della bicicletta”. L'idea che sta alla base del progetto ABiCinCITTA' è la creazione di una “rete di negozi amici della bicicletta”in grado, con una serie di azioni e servizi rivolti a chi si muove sulle due ruote, di rendere la città un luogo sempre più a misura di pedoni e ciclisti: piacevole da frequentare, più appetibile per le famiglie con bambini, per i giovani, gli anziani e i turisti, più adatto per incontrarsi, per partecipare e organizzare eventi e per fare acquisti.

Negli spazi della Sala Ajace saranno presentati alla città i materiali prodotti nel corso del progetto:

le prime "bici di cortesia" che i negozianti aderenti alla rete potranno mettere a disposizione dei propri clienti, realizzate in collaborazione con gli studenti dell'Istituto “Malignani”;

le proposte elaborate dagli studenti del Liceo artistico “Sello”, nell’ambito del concorso per il logo identificativo della “rete dei negozi amici della bicicletta”;

alcuni "video-spot" e progetti fotografici dedicati alla bicicletta, realizzati dagli studenti del Liceo artistico “Sello”;

i progetti presentati al concorso di idee "design del porta-bici" da destinarsi ai negozi che aderiscono alla rete, promosso dall’associazione aBicitUdine con il sostegno dell'Ordine degli architetti della Provincia di Udine, dell'associazione AaUd Alunni Architettura Udine, del Corso di Studi in architettura dell’Università di Udine, dell’associazione Adi Fvg e la Sezione Fvg della Società italiana di ergonomia.

Durante l’INAUGURAZIONE verranno premiati i lavori degli studenti e i progetti dei designers e verrà lanciata ufficialmente la "rete dei negozi amici della bicicletta.

Programma

Fonte: fiab-onlus.it

Pubblicato in IN EVIDENZA

Articoli più recenti

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.