Venerdì, 16 Dicembre 2022 12:17

I regali di Natale per ciclisti

Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto di Ben White su Unsplash Foto di Ben White su Unsplash Foto di Ben White su Unsplash

Parenti e amici appassionati di due ruote? Sei alla ricerca di ispirazione per i regali di Natale per ciclisti? Ecco alcune idee regalo suggerite dalla redazione di Easy Bike!

  • Laccetto per i pantaloni 
    Un pensiero poco impegnativo ma di certo apprezzato da tutti i ciclisti urbani, che usano la bici per andare al lavoro o muoversi per le vie della città, è il laccio ferma-pantaloni. 
    Sono piccole fascette di materiale semirigido, o piccole clips, che tengono fermo il pantalone perché non ostacoli la pedalata, rendendo più sicuro l’uso della bici. Poiché spesso sono in materiale catarifrangente, aumentano anche la visibilità del ciclista al buio.
  • Set luci  
    Che si usi la bici in città o fuori, per la sicurezza è indispensabile non solo avere buona visibilità, ma anche rendersi ben visibili agli automobilisti e agli altri utenti della strada. Esistono luci di ogni tipo, adatte per ogni esigenza, con prezzi che variano da pochi euro a un centinaio.  
    Per chi utilizza la bicicletta prevalentemente all’interno dei centri abitati, e raramente di notte, possono essere sufficienti i piccoli fanali led universali, che si agganciano e si rimuovono con un solo gesto. Per i ciclisti che frequentano spesso le aree extraurbane, invece, sono necessari fanali più potenti per aumentare la visibilità e per farsi scorgere dagli automobilisti in qualsiasi condizione metereologica.
  • Specchietto retrovisore 
    Un accessorio utilissimo soprattutto per chi si sposta in bici nel traffico, per controllare la situazione circostante prima di effettuare svolte o manovre, è lo specchietto retrovisore. 
    Facilissimo da montare, e dal costo irrisorio, permette di muoversi con maggiore sicurezza avendo sotto controllo il traffico e senza doversi voltare per controllare l’approssimarsi di auto, bus, moto, altre bici o pedoni.
  • Bomboletta gonfia & ripara   
    Temete che vostro figlio o vostra figlia fori in bicicletta e non riesca più a tornare a casa? Un piccolo pensiero natalizio perfetto per lui/lei (e per voi) è una bomboletta gonfia e ripara. Si tratta di piccoli erogatori che, senza bisogno di ricorrere ad attrezzi specifici – basta avvitarli alla valvola –, permettono di sigillare piccoli fori e gonfiare la camera d’aria; in pochi istanti si può rimontare in sella e concludere l’uscita. 
    Ottimo compagno di queste bombolette sono anche le cartucce di CO2, validi sostituti della tradizionale pompetta da viaggio, che permettono di gonfiare una camera sgonfia in pochissimo tempo e quasi senza sforzo.
  • Coprisellino 
    Se tra i vostri cari c’è qualcuno che, pur sfrecciando su due ruote, non vuole rinunciare ad essere originale, perché non donargli un coprisellino dall’animo solidale, responsabile e sostenibile? Un pezzo unico fatto a mano in materiale impermeabile, che contribuirà a proteggere il sellino della bici dalle intemperie o a viaggiare asciutti dopo un acquazzone o una nevicata. 
    I coprisellini di Laborabilia sono realizzati con materiali e tessuti di recupero da persone con diverse sensibilità, e possono essere acquistati oppure realizzati a casa con l’aiuto del nostro tutorial.
  • Manopole antifreddo 
    Per chi non rinuncia alle due ruote nemmeno nelle situazioni metereologiche più avverse, quando i guanti non bastano più, un valido alleato sono gli scaldamani. 
    Si tratta di una sorta di guantoni realizzati con materiali isolanti e impermeabili, che si allacciano al manubrio della bici e in cui si infilano le mani per afferrare le manopole. In questo modo si può mantenere salda la presa e non è necessario rinunciare all’uso dei normali guanti da bici
  • Giacca antivento e antipioggia 
    Indispensabile per i ciclisti amatoriali, per MTB o bici da corsa, ma apprezzabile senz’altro anche dai ciclisti urbani, è l’abbigliamento tecnico. 
    In questa stagione, sono essenziali le giacche progettate appositamente per proteggere da pioggia, vento e freddo, rimanendo pur sempre traspiranti e capaci di seguire il movimento del ciclista senza intralciarlo. Il materiale principe in questo senso è senza dubbio il Goretex, che garantisce isolamento dagli agenti atmosferici avversi, ma alta traspirabilità, comodità, leggerezza.
  • Radar retrovisore
    Passando al campo dell’elettronica, per chi intende spendere cifre più significative, una novità che promette di aumentare la sicurezza del ciclista sono i radar retrovisori. 
    Oltre a fungere da fanale, il radar retrovisore avvisa il ciclista dell’avvicinarsi di veicoli da dietro, distanti fino a oltre cento metri. Le versioni più complete si connettono ai vari dispositivi personali, hanno una videocamera integrata che, collegata al ciclocomputer, mostra in tempo reale cosa accade alle proprie spalle, e salvano in automatico le registrazioni nel caso in cui rilevino un incidente.
  • Un’esperienza in bicicletta 
    Se ai regali materiali preferite l’opportunità di condividere momenti speciali con le persone a cui tenete, perché non organizzare un’avventura su due ruote con i vostri cari come dono natalizio?  
    Nelle sezioni Percorsi e Turismo del nostro sito potrete trovare numerose idee di tour in bicicletta, di diverse difficoltà e lunghezze, e in varie zone d’Italia!
  • “Eravamo giovani e incoscienti”, Laurent Fignon 
    E per gli appassionati di ciclismo che non si dilettano, o non si dilettano più, nella pratica, perché non un buon libro? Eravamo giovani e incoscienti (edito da Mulatero Editore) è l’autobiografia del grande campione Laurent Fignon.
    Fignon in queste pagine lascia trasparire con sincerità tutta l’umanità dello sportivo: l’esaltazione del diventare un idolo, l’amarezza della sconfitta. Un racconto sentimentale e polemico del ciclismo, una finestra su un momento storico di passaggio e trasformazione: l’addio al ciclismo “naif” del passato e l’avvento del ciclismo moderno, scientificotecnico, e della stagione del doping.

Redazione

Letto 567 volte

Potrebbero interessarti anche

  • CISV Torino sceglie il biciclaggio

    Abbiamo intervistato Sara Colombo, della ONG torinese CISV, chiedendole di illustrarci il nuovo progetto di e-commerce, che propone tra i prodotti sia una comoda cintura prodotto del Biciclaggio dell'Officine Creative-Cecchi Point, sia uno stringi-pantaloni realizzata attraverso il riciclo delle camere d'aria.

  • Biciclaggio di Natale

    Sono arrivati. E sono tanti. Tutti belli, ecologici ed etici. Sono i regali per un Natale tutto nuovo, pensati da CISV Torino per queste festività 2013. Ne avevamo parlato poco tempo fa, ma dal 4 dicembre il progetto è concreto, nonchè online. Si tratta di www.regalisolidali.cisvto.org, lo shop online dell'ONG torinese.

  • Una lezione di Mountain Bike per un regalo di Natale originale
    A Natale regala, regalati o fatti regalare una lezione di Mtb. E' questo l'annuncio che la Scuola Nazionale Mtb – Castello di Masino OUTDOOR ha pubblicato sul proprio sito. Una proposta originale: un corso rivolto a tutti i bikers che vogliono migliorare la loro guida per divertirsi in tutta sicurezza e/o migliorare il loro bagaglio tecnico.

     

    I corsi SPECIALIZZAZIONE MTB per adulti, fanno sapere gli organizzatori, "dopo il successo del 2012 vengono riconfermati e le prime 2 date del 2013 sono già state pubblicate sul sito: 13 gennaio e 10 febbraio ... per le altre date siamo in attesa dei calendari agonistici per evitare accavallamenti di impegni ma entro il mese di gennaio comunque saranno rese pubbliche sul sito".

    L'offerta è valida solo dal 10 al 20 dicembre 2012: è possibile acquistare il biglietto a prezzo ridotto, 30 euro, invece di 40, per un corso organizzato nell'anno 2013 attraverso un bonifico alle coordinate bancarie riportate qui.

    Gli allievi dei corsi verranno divisi in gruppi: principianti, esperti ed agonisti. A seconda delle capacità di guida la lezione prenderà in esame differenti tematiche raggruppate in varie tipologie d'esercizi, da come si affronta un ripido od una curva in sicurezza per i principianti sino ad arrivare, per il livello clinic, a come si affronta un drop, come si "pompa" una curva o come si impara ad eseguire un bunny hop o un nose press... senza tralasciare l'ABC dell'impostazione della bicicletta, soprattutto per i principianti.

    I corsi SPECIALIZZAZIONE MTB si svolgono al Bike Park del Castello di Masino - Caravino (TO) o sui sentieri didattici all-mountain/enduro di Maglione (TO). Entrambe le località sono facilmente raggiungibili da Torino, Milano, Genova, Aosta...

    Masino (frazione del paese di Caravino TO) è situato a 3 Km. dal casello autostradale di Albiano (TO) sulla bretella Santhià - Ivrea, a 11 Km. dal casello autostradale di Strambino sulla Torino - Aosta ed a 15 Km. dal casello autostradale di Borgo d'Ale sulla Torino - Milano. A Masino è possibile visitare il castello, dimora del Fondo Ambiente Italiano FAI.

    Maglione (TO) è situato a 15 Km. dal casello autostradale di Borgo d'Ale sulla Torino - Milano, a 18 km. dalla barriera di Rondissone (TO-MI), a 4 Km. dal paese di Borgo d'Ale (VC), a 3 Km. dal paese di Cigliano (VC) ed a 2 dal paese di Borgomasino (TO).

    Per maggiori informazioni sui corsi e sul calendario cliccare qui.

     

    Redazione easybike

Itinerari

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.