Visualizza articoli per tag: Torino in bici

Venerdì, 22 Marzo 2019 10:21

Pedalando un po’

Itinerario semplice per le persone che si approcciano alla bicicletta, descriverò in questo articolo una parte del percorso ciclabile che costeggia il Po.

 

Pubblicato in altri

Torino al passo coi tempi! Adotta una Pista è un’iniziativa finalizzata a promuovere la mobilità sostenibile attraverso l’incremento, la manutenzione e il monitoraggio delle piste ciclabili.

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 19 Maggio 2014 15:31

In bici alla riscoperta di Torino

#bikeday il 31 maggio 2014, in zona Lingotto a Torino. Il clan del gruppo scout Torino 23 invita, sabato 31 maggio, a prendere la bici per un percorso all'insegna della riscoperta dei parchi e delle piste ciclabili di Torino e di come sia necessario valorizzarli e della sicurezza da mantenere in strada pur pedalando.

Pubblicato in IN EVIDENZA
Giovedì, 08 Maggio 2014 14:32

Bimbinbici 2014

Il prossimo 11 maggio 2014 si svolgerà la 15^ edizione della manifestazione nazionale denominata “Bimbimbici®” che dal 2000, anno della sua prima edizione, si propone come manifestazione nazionale della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) attenta ai temi della mobilità sostenibile e rivolta specificatamente ai bambini.

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 03 Febbraio 2014 14:17

In bicicletta contro mano

Lo sanno tutti. I ciclisti, i vigili, i pedoni, gli automobilisti. Chi va in bicicletta imbocca spesso la strada contromano. Non per sprezzo delle regole, «ma per cercare di arrivare vivi alla mèta» spiegano gli amanti delle due ruote. Sarà per questo che il codice della strada sta per essere modificato - a grande richiesta dell’Anci, o meglio di tre assessori alla mobilità (fra cui il torinese Lubatti, insieme con i colleghi di Milano e Firenze) - per rendere legittimo questo comportamento in alcune strade.

Pubblicato in IN EVIDENZA

Anche quest’anno dal 16 al 22 settembre è in programma la Settimana Europea della Mobilità. Il tema specifico proposto dalla Commissione Europea, promotrice dell’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, è “Clean air! It’s your move” – Aria pulita! Ora tocca a te” Per l’occasione la Città di Torino propone un ampio programma di eventi in collaborazione con enti, associazioni e Parco Dora, per promuovere l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi evidenziando i benefici che derivano dagli spostamenti a piedi e in bicicletta.
La Settimana sarà caratterizzata da incontri e convegni sul tema della mobilità sostenibile e della qualità dell’aria.  Si concluderà con domenica 22 settembre, giornata dedicata al turismo in città senz’auto: pedalate e passeggiate in città occuperanno la mattinata, mentre dalle 14 alle 19 si svilupperanno tutta una serie di attività per adulti e bambini nell’ex area Strippaggio del Parco Dora.

Programma

Settimana Europea della Mobilità 2013
Dal 16 al 22 settembre
“Clean air – it’s your move” – “Aria pulita! Ora tocca a te”
 
Lunedì 16 settembre
Ore 10.30 – 13.30  Sala Colonne –  Palazzo Civico – Piazza Palazzo Città 1    
ANALISI DATI DEL TRAFFICO A TORINO  -  5T
Martedì 17 settembre
Ore 10.30 – 13.30  Urban Center – Piazza Palazzo di Città 8/F
Convegno I GIOVANI E LA MOBILITÀ - Università IAAD (Istituto d’Arte Applicata e Design)
Mercoledì 18 settembre
Ore 10 – 12  Urban Center – Piazza Palazzo di Città 8/F
QUALITA’ DELL’ARIA E SALUTE – saranno presentati i primi risultati del progetto ESCAPE, condotto in diverse aree europee tra cui Torino, che ha valutato gli effetti dell'inquinamento atmosferico sulla salute nel lungo periodo. Saranno presenti anche gli studi sul medesimo tema condotti dall’ARPA Piemonte.

Programma del seminario:
10.00-10.15  Introduzione
(Enzo Lavolta, Assessore all’ambiente della Città di Torino)
10.15-10.30 Attività di ARPA sulla qualità dell'aria
(Mauro Grosa, Dipartimento Sistemi previsionali ARPA Piemonte)
10.30-10.45 Andamento della qualita' dell'aria a Torino
(Carlo Bussi, Dipartimento provinciale ARPA di Torino)
10.45-11.15 Effetti a breve termine dell'inquinamento atmosferico: risultati dello studio EPIAIR (Ennio Cadum, Dip.to Epidemiologia e Salute Ambientale ARPA Piemonte)
11.15-11.45 Effetti a lungo termine dell'inquinamento atmosferico: primi risultati dello studio ESCAPE
(C. Galassi, CPO Piemonte)
11.45-12.15 Dibattito e discussione
Giovedì 19 settembre    
Ore 10.30 – 13.30  Sala Colonne – Piazza Palazzo di Città 1
L’AMMINISTAZIONE INCONTRA I MOBILITY MANAGER DI TORINO – Città di Torino, GTT, To Bike
Ore 16 - 18  presso Ecocentro Amiat - via Arbe 12
OFFICINA BICICLETTE ciclofficina e laboratorio per la creazione di lampade grazie al riutilizzo di materiale “ciclistico”; dai 15 anni in su – Cooperativa Sociale Triciclo

Venerdì 20 settembre
Ore 10.30 – 13.30  Sala Colonne –  Palazzo Civico – Piazza Palazzo Città, 1    
LOGISTICA LAST MILE - COME AUMENTARE LA VELOCITÀ COMMERCIALE  - Città di Torino,
Ore 12 - 18  Piazza Palazzo di Città
RICONOSCIMI, servizio di marchiatura di sicurezza delle biciclette per scoraggiarne il furto ed il commercio illegale. Gratuita ai primi 100 - Associazione Intorno, Provincia di Torino
Ore 16 - 18 Urban Center – Piazza Palazzo di Città 8/F
TORINO CITTÀ CAMMINABILE presentazione del progetto – Città di Torino, Gruppo di Lavoro Torino Città Camminabile
Ore 16 – 19  via Regaldi 7/11
OFFICINA BICICLETTE ciclofficina e laboratorio per la creazione di lampade grazie al riutilizzo di “materiale ciclistico”; dai 15 anni in su – Cooperativa Sociale Triciclo
Ore 20  al Blah Blah, via Po 21
BAM! [Buone Abitudini di Mobilità] a cura dell’Associazione Me.La  con la partecipazione delle Associazioni: La Città Possibile, Bici e Dintorni, Bike Pride e Cooperativa Sociale Triciclo.
A seguire: rassegna di cortometraggi che hanno preso parte al SiciliAmbiente Festival 2013.
Esibizioni musicali di Diego Perrone e Daniele Celona - Dj Set con Ravez
Sabato 21 settembre    
Ore 10 – 17  Stazione Ponte Mosca – C.so G. Cesare 15
PORTE APERTE MUSEO FERROVIARIO PIEMONTESE
Ore 9.30  Biblioteca Civica Venaria – via Verdi 18 (Venaria)
CONVEGNO MOBILITÀ per festeggiare i 25 anni dell'associazione Bici & Dintorni FIAB Torino – Città di Torino, Città di Venaria.
Casa del Quartiere via Morgari, 14
MICS (mobility integration for community solutions): TUTTA LA SETTIMANA SENZA AUTO
Presentazione dei risultati del progetto premiato dalla Commissione Europea per la promozione dei vantaggi della combinazione di diverse modalità di spostamento, in termini di risparmio di denaro, CO2, PM10 e NOx.
Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus, Ciclobus, Donne per la difesa della società civile, Gruppo Abele, ManaManà, associazione Nessuno, Laqup, Oratorio San Luigi, Solco onlus. Info e orari su www.casadelquartiere.it
    Ore 10 – 18  Piazzale Parco commerciale Dora– via Livorno 51
PUNTI INFORMATIVI a cura delle Associazioni e raccolta iscrizioni per le attività di domenica 22 settembre.

 
DOMENICA 22 SETTEMBRE 2013
Turista in Città Senza La Mia Auto
In Bicicletta
Due Ruote per Amiche
Club amici della bicicletta in collaborazione con la Fondazione per l’Osteoporosi Piemonte onlus
Percorso cicloturistico aperto a tutti per sensibilizzare sui benefici dell’uso della bicicletta per prevenire l’osteoporosi: dal Parco Dora passando per il centro città e lungo il Po
Partenza ore 10
Info: 011 5613059 - 347 4054810
Turismo sostenibile a Mirafiori
Fondazione di Comunità di Mirafiori, Associazione Le città invisibili, Associazione Ciclobus
Percorso aperto a tutti (bambini e adulti) guidato dagli accompagnatori cicloturistici della Provincia di Torino – Da Parco Colonnetti a Parco Dora passando per il PAV (Parco di Arte Vivente)
Partenza ore 15. E’ richiesta la prenotazione telefonica entro venerdì 20.
Info: 011 6825390
Pedalare in città tra Parchi e Musei ATTENZIONE! MODIFICHE DELL’ORARIO DELLE PARTENZE E DEI PERCORSI.
Associazione Bici e Dintorni Fiab e Associazione Anemos
Primo percorso: dal Valentino (Orto Botanico) al Parco Dora (area Strippaggio) passando per Piazza Vittorio, Quadrilatero Romano (MAO), Porta Palazzo
Partenze. Ore 14,30 – 15,30
Secondo percorso: dal Valentino (Orto Botanico) al Parco Dora (area Strippaggio) passando per il P.A.V. (Parco Arte Vivente), Piazza d’Armi, OGR
Partenza Ore 15,30
Info: 011 888981
Muoviamocinbici
Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte
Biciclettata rivolta agli alunni delle scuole di Torino e provincia nell’ambito del progetto “Ti Muovi? In collaborazione con il PAV (Parco d’Arte Vivente) di Torino.
Percorso: da Parco Ruffini al PAV passando per le opere d’arte contemporanea: Fontana Igloo di Mario Merz, Albero Giardino di Giuseppe Penone, Opera per Torino di Per Kirkeby,  Punti di Vista di Tony Cragg al Museo d’Arte Vivente PAV di Torino con visita e  laboratorio
Partenza ore 9 da Parco Ruffini fronte corso Rosselli, il percorso si svolgerà per la maggior parte su piste ciclabili
Info: 011 5163602 – 339 6076991
Royal e-bike Tour
Turismo Torino e Provincia
Escursione con bici elettrica con Accompagnatore cicloturistico  a tariffa promozionale di 10 euro a persona, comprensiva di noleggio biciclette e ingresso alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Bici omologate per adulti e ragazzi sopra i 14 anni, non disponibili bici per persone di altezza inferiore a 155 cm. Possibilità di  prenotare seggiolini per bambini fino a 22 kg.
Partenza ore 9.15 da Ufficio del Turismo (Piazza Castello angolo Via Garibaldi), arrivo alla Palazzina di Caccia di Stupinigi e visita libera.  Rientro previsto ore 13.30
Info: 011 8185011 – prenotazioni www.turismotorino.org
A piedi
Senz’auto in collina a Cascina Bert
Associazione Pro Natura Torino in collaborazione con Legambiente Circolo Ecopolis, Touring Club Italiano e Senior Civici Torino
Itinerario storico naturalistico adatto a turisti di ogni età mediamente allenati. Munirsi di abbigliamento e calzature adatte a un percorso escursionistico.
Ritrovo alle ore 9.30 in piazza Zara alla fermata dei bus 67 e 47 (angolo corso Moncalieri).
Salita al Pian del Lot lungo il sentiero n. 14 (Antica strada della Viassa) e discesa a Cascina Bert con arrivo alle 11.30.
Info: 011 5096618
Città Camminabile
A cura della sezione Orienteering del CUS Torino.
Lo “sport dei boschi” si pratica anche in città: percorso di Orienteering culturale alla scoperta del centro storico di Torino.
Ritrovo in Piazza San Carlo.
Dalle 11 alle 17 sarà possibile ritirare gratuitamente la cartina ed effettuare in modo autonomo il semplice percorso predisposto dai tecnici federali.
Info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Comune Torino

Pubblicato in IN EVIDENZA
Mercoledì, 30 Gennaio 2013 12:09

JULIA AUGUSTA TAURINORUM - Alla scoperta di Torino

Un giro a pedali per le strade di Torino e lungo le sponde del Po, assaporando i racconti della Storia con la S maiuscola.

Gli aneddoti dagli Antichi Romani alle Olimpiadi Invernali di Torino2006 e gli scorci più suggestivi del centro storico e del fiume Po.

I monumenti, le vie e le piazze simbolo di una città magnifica.

La bellezza di esplorare l'universo della città attraverso i raggi di una bicicletta stimola la voglia di assorbire le vicende e di conoscere i personaggi che le hanno vissute. Vicende e personaggi che, grazie ad aneddoti, racconti e curiosità, permettono di vedere vie e palazzi da un punto di vista non convenzionale.

Il salotto della città con gli occhi di chi la scopre per la prima volta e quelli di chi ci vive tutti i giorni e la guarda con sguardo nuovo riscoprendola più viva ed intima di quanto non sperasse.

Della durata di circa due ore e mezza con partenza e arrivo in piazza Castello angolo via Accademia delle Scienze, presso il "Caffè delle Scienze", in zona centralissima, il tour si snoda in zone pedonali, percorsi e piste ciclabili e strade a scarso traffico. E' accessibile a chiunque abbia voglia di pedalare in compagnia e voglia di scoprire qualcosa di nuovo e insolito.

L'attività è seguita da Accompagnatori Cicloturistici qualificati (professione turistica ai sensi della D.G.R. Piemonte 27/2009).

Il costo del tour guidato è di 12,00 €.

Per bambini di età inferiore a 7 anni il tour è gratuito (se accompagnati da un adulto).

Fino a 12 anni di età prezzo ridotto pari a 8,00 €.

Possibilità di noleggiare biciclette al costo di 5,00 €.

Possibilità di noleggiare cammellino da agganciare a bici per adulto al costo di 3,00 €.

Possibilità di richiedere seggiolino portabimbi.

Possibilità di richiedere in uso un casco protettivo.

Per maggiori info si può visitare il sito di Anemos Torino

Pubblicato in altri
Mercoledì, 30 Gennaio 2013 11:49

In bici alla scoperta di Torino

Torino è una bella città, tra le più belle d'Italia. Osservarla dalla sella di una bicicletta è fantastica.

Ci sono associazioni locali che propongono visite guidate con circuiti diversi, a seconda delle esigenze personali. L'associazione Anemos è una di queste: composta da persone qualificate ed estremamente esperte, tutte accomunate da una grande passione per l'ambiente, lo sport e la cultura del territorio, propone interessanti itinerari.

Sono circuiti con ritrovo, partenza e arrivo in piazza Castello, a Torino, all'angolo con via Accademia delle Scienze (la via che conduce in piazza Carignano e al Museo Egizio), presso il "Caffè delle Scienze".

Al punto di partenza delle visite cicloguidate è possibile noleggiare una bicicletta da cicloturismo e ritirare un casco per prendere parte alla visita cicloguidata.

È possibile iscriversi alle visite anche subito prima della partenza (consigliabile recarsi al punto di ritrovo prima dell'orario previsto per la partenza); ma, soprattutto per chi ha necessità di una bicicletta, è opportuno iscriversi sul sito, in modo da avere la certezza della disponibilità: il numero di biciclette è infatti limitato.

Oltre alle biciclette, è possibilie richiedere seggiolini per bambini e cammellini da agganciare alla bicicletta di un adulto.

Il 24 febbraio 2013 è in programma un interessante itinerario: JULIA AUGUSTA TAURINORUM

Un giro a pedali per le strade di Torino e lungo le sponde del Po, assaporando i racconti della Storia con la S maiuscola.

Gli aneddoti dagli Antichi Romani alle Olimpiadi Invernali di Torino2006 e gli scorci più suggestivi del centro storico e del fiume Po.

I monumenti, le vie e le piazze simbolo di una città magnifica.

La bellezza di esplorare l'universo della città attraverso i raggi di una bicicletta stimola la voglia di assorbire le vicende e di conoscere i personaggi che le hanno vissute. Vicende e personaggi che, grazie ad aneddoti, racconti e curiosità, permettono di vedere vie e palazzi da un punto di vista non convenzionale.

Il salotto della città con gli occhi di chi la scopre per la prima volta e quelli di chi ci vive tutti i giorni e la guarda con sguardo nuovo riscoprendola più viva ed intima di quanto non sperasse.

Della durata di circa due ore e mezza con partenza e arrivo in piazza Castello angolo via Accademia delle Scienze, presso il "Caffè delle Scienze", in zona centralissima, il tour si snoda in zone pedonali, percorsi e piste ciclabili e strade a scarso traffico. E' accessibile a chiunque abbia voglia di pedalare in compagnia e voglia di scoprire qualcosa di nuovo e insolito.

L'attività è seguita da Accompagnatori Cicloturistici qualificati (professione turistica ai sensi della D.G.R. Piemonte 27/2009).

Il costo del tour guidato è di 12,00 €.

Per bambini di età inferiore a 7 anni il tour è gratuito (se accompagnati da un adulto).

Fino a 12 anni di età prezzo ridotto pari a 8,00 €.

Possibilità di noleggiare biciclette al costo di 5,00 €.

Possibilità di noleggiare cammellino da agganciare a bici per adulto al costo di 3,00 €.

Possibilità di richiedere seggiolino portabimbi.

Possibilità di richiedere in uso un casco protettivo.

Per conoscere tutti gli itinerari e gli appuntamenti clicca qui

Per maggiori info si può visitare il sito dell'associazione

 

Fonte: Anemos Torino

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 28 Gennaio 2013 11:40

Ecco il Biciplan di Torino

"La diffusione della mobilità in bicicletta contribuisce a rendere città più vivibili, un trasporto urbano più efficiente, strade meno congestionate e meno rumorose, un'attività fisica individuale utile a combattere la sedentarietà, maggior sicurezza delle strade. Inoltre favorisce la lotta ai cambiamenti climatici, il risparmio dei carburanti fossili, lo sviluppo del turismo sostenibile."

E' quanto sostenuto dalla Carta di Bruxelles, il documento firmato nell'Europarlamento il 15 maggio 2009 durante la giornata conclusiva della XV Conferenza internazionale sulla ciclabilità Velo-City, che si prefigge di incentivare l'uso dei "pedali" per gli spostamenti in città.

Le città firmatarie, compresa la città di Torino, si sono impegnate araggiungere almeno il 15% di spostamenti in bici nel proprio territorio entro il 2020.

Per raggiungere un obiettivo di questa portata è indispensabile un forte echiaro impegno politico. Il piano ciclistico della città (Biciplan) è lo strumento fondamentale per dar corpo a questo impegno, è l'insieme organico di progetti e azioni volte a incrementare l'utilizzo della bicicletta sia attraverso soluzioni tecniche sia con attività promozionali e culturali. Rendere più facile e sicura la mobilità con particolar attenzione all'utenza debole, pedonale e ciclabile, è un obiettivo importante dell'amministrazione. Il piano ciclistico può diventare lo strumento perché questo avvenga.

Infatti il piano si configura come l'insieme organico di progetti e azioni utili a rendere più facile e sicuro l'uso della bicicletta in città; il Piano si inquadra all'interno del Piano della Mobilità sostenibile (PUMS)ed in coerenza con lo stesso definisce le priorità d'intervento. Già a partire dai primi anni '90, la città aveva investito risorse e realizzato percorsi ciclabili in parte lungo alcuni assi viabili, in parte lungo le sponde dei fiumi e nei parchi. A fine 2003 la rete ciclistica cittadina aveva uno sviluppo di circa 60 Km lungo la viabilità, e di circa 20 km nei parchi urbani e fluviali. Nel febbraio del 2004, la Città ha approvato il "Piano degli itinerari ciclabili", quale piano di dettaglio del Piano Urbano del Traffico.

A fine 2012 la città è dotata di un sistema di piste/ percorsi ciclo-pedonali e aree pedonali, per uno sviluppo complessivo di circa 175 km (125 lungo la viabilità e 50 nei parchi).

Scarica le slide (Pdf) del piano della mobilità coclabile Biciplan

Fonte: Direzione Infrastrutture e Mobilità del comune di Torino

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 28 Gennaio 2013 11:25

"Pedonalizzazioni shot", una proposta per Torino

Pubblichiamo una proposta per la città di Torino del coordinamento Bike Pride per rendere la città più a misura d'uomo, nel rispetto della salute dell'uomo e dell'ambiete.

Provvedimenti anti-smog: la proposta del coordinamento Bike Pride

Le 5 pedonalizzazioni "shot".

Premessa

Sulla questione smog proponiamo un cambio di approccio al problema. Inquinamento, viabilità, trasporti e problemi di inefficienza del traffico, urbanistica e fruizione degli spazi pubblici ma anche sicurezza stradale fanno parte in modo organico dello stesso sistema: inutile ogni volta trattarli separatamente o a compartimenti stagni.

La proposta

In linea con le proposte dell'amministrazione e con la volontà dei cittadini proponiamo che vengano individuati 5 isolati con opportuni requisiti nelle zone centrali e limitrofe al centro da chiudere al traffico attraverso un intervento di pedonalizzazione parziale che chiamiamo "pedonalizzazione shot" (piccola, rapida, efficace).

Un modo per portare avanti interventi strutturali e lungimiranti ma con tempistiche d'urgenza, a basso costo e reversibili.

Un esempio.

1. Individuare 5 isolati di quartiere dotati di caratteristiche attraenti rispetto la pedonalità e la socialità (es. esercizi commerciali, di ristorazione, di ricreazione, ecc)

2. Chiudere un accesso alla via con elementi di arredo urbano (dissuasori, fioriere). Lasciare parzialmente libero l'accesso nella parte opposta (creando magari un effetto "portale" attraverso altre fioriere). Togliere i parcheggi.

3. Rendere più piacevole lo spazio con interventi di arredo (panchine, altre fioriere, rastrelliere per le biciclette). Complicare la possibilità di parcheggio abusivo (o si compromette l'esperimento).

4. Verificare l' "attratività sociale e commerciale" dell'isolato scelto dopo un periodo di prova. La chiusura alle auto e lo spazio riconsegnato alla pedonalità, nonostante la mancata riqualificazione totale, ha attratto movimento, passaggi, socialità, commercio?

5. Se la risposta è affermativa si procede con la pedonalizzazione totale e la posa del porfido (o altri materiali pregiati) secondo la disponibilità di fondi. Se la risposta è fortemente negativa la dismissione dell'area parzialmente pedonale non comporterebbe grandi sacrifici economici.

Perché questa proposta ?

Un metodo consolidato per ridurre il traffico (e i problemi legati ad esso) è arginare la fittizia scorrevolezza delle strade di quartiere. Il traffico ad alto scorrimento deve essere indirizzato verso le grandi arterie. L'utilizzo della viabilità di quartiere come scappatoia ai grandi corsi è deleterio per la vivibilità di zona e non comporta alcun beneficio alla residenzialità e al commercio. I piccoli isolati pedonali limitano questo uso improprio degli spazi e delle strade riconsegnando le aree ad un uso più sociale e intelligente .

Nel lungo, riduce il traffico complessivo (e quindi l'inquinamento) e induce a comportamenti più intelligenti/efficienti. A differenza di quanto si è portati a pensare, limitare gli spazi ad una forma di traffico non comporta uno spostamento del medesimo in altre aree ma, nel lungo termine, determina una diminuzione dello stesso derivante dal cambiamento di modello e di comportamenti relativo ai minori privilegi e alla minore disponibilità di spazio per esercitarli.

E' un provvedimento trasversale e democratico che può accontentare gli operatori del commercio e i residenti di zona.

E' un provvedimento strutturale e a basso costo che si può attuare in tempi rapidi. E' sufficiente un periodo di concertazione che permetta la scelta degli isolati (scelta che in parte può essere adeguata ai progetti già in stesura negli uffici dell'amministrazione).

E' un provvedimento reversibile. Se non funziona si torna indietro.

E' un provvedimento scalabile e migliorabile nel tempo a seconda delle risorse disponibili.

E' un provvedimento che non guarda solo alle soglie di pm10 ma più in generale alla qualità della vita.

Alcuni suggerimenti:

1. Via Roma, isolati fra Piazza Castello e Piazza San Carlo come già individuato dall'amministrazione (3 isolati)

2. Via Verdi da Via Roero di Cortanze a Via Giulia di Barolo (1 isolato). Tratto con poco traffico e alto numero di studenti e attività culturali, ricreative e di ristorazione.

3. Via Mazzini da Via Accademia Albertina a via San Massimo (1 isolato). Tratto di strada già in porfido con forte vocazione commerciale ma limitata da traffico e auto in sosta.

4. Via Baretti fra Largo Saluzzo e Via St. Anselmo (2 isolati). Area molto utilizzata a livello pedonale e sociale. Poco traffico e pochi posti auto da eliminare.

5. Via Principe Amedeo fra Via Delle Rosine e Via San Massimo. (1 isolato) Isolato di locali, con pista ciclabile e una forte presenza pedonale e con poco traffico.

6. Via Gaudenzio Ferrari (primo isolato tra via montebello e via st. Ottavio). A fianco della Mole Antonelliana, a differenza della parallela Via Verdi che attrae pedonalità e movimento, Via Ferrari si presenta quasi deserta, nonostante la posizione centralissima e i 5 locali commerciali.

7. Via Monferrato (isolato tra Via della Regina e Via ..). Angolo di alto pregio, costellato da numerose attività commerciali, sfrutta male la propria posizione e inclinazione, presentandosi come una strada gravata da parcheggi e traffico.

Fonte: biciebasta

Pubblicato in IN EVIDENZA
Pagina 1 di 3

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti!


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie e la scomparsa di questo banner.