Visualizza articoli per tag: cicloturismo

Guida al cammino di Santiago de Compostela in bicicletta 2

Autore: Mariacarla Castagna, Riccardo Latini

Prezzo; € 17,00

Pagine: 176

Editore: Terre di Mezzo

 

In bici dai Pirenei a Santiago de Compostela, lungo l'antico tracciato del pellegrinaggio medievale.Quindici giorni in sella attraverso alcune delle più belle regioni del Nord della Spagna.Tutto quello che c'è da sapere per mettersi in viaggio: le tappe, la fatica, i periodi migliori per partire, quanto si spende, come preparare la bicicletta, l'essenziale sull'arte e sui luoghi del Cammino.Per ogni tappa una scheda con i percorsi, le distanze e le altimetrie. Ma anche le officine per le bici e i rifugi dove riassaporare l'ospitalità gratuita dei pellegrini di un tempo. Una guida essenziale per chi vuole ripercorrere su due ruote l'antica "via delle stelle".Interamente a colori.

libri.terre.it

Pubblicato in LIBRI

In Baden-Württemberg, regione tedesca, lo sport all'aperto si coniuga con una natura rigogliosa. Tra i molteplici sport praticabili in questo angolo di Germania, ce ne sono due che restano l’attività sportiva all’aperto per eccellenza, capaci di mettere d’accordo tutta la famiglia, esperti o semplici amatori: l’escursionismo e la bicicletta. La Foresta Nera si estende su una superficie di più di 200 chilometri di lunghezza e 60 di larghezza, questo sconfinato polmone verde racchiude paesaggi incontaminati, fantastici percorsi nella natura, paesi e villaggi caratteristici. Partire alla scoperta a piedi o in sella a una bicicletta della Foresta Nera significa non solo scoprire panorami naturali di rara e incontaminata bellezza ma entrare a contatto con le tradizioni ancora vive della regione. Percorrendo i sentieri attraverso suggestive e romantiche vallate, si incontrano antiche fattorie dai tetti spioventi e storiche cittadine con case a graticcio. Un paesaggio idilliaco e variegato, quello della Foresta Nera, culla del “Bollenhut”, il tradizionale copricapo femminile dai grandi pompon di lana e patria dell’orologio a cucù, a cui è dedicata la Strada degli Orologi, un itinerario di 320 km che porta sulle tracce dei più famosi orologiai della Foresta Nera, passando per fabbriche, musei e laboratori che raccontano la storia di abili artigiani e dei loro manufatti. Per gli appassionati d mountain bike è la Strada panoramica della Foresta Nera a regalare 280 km di pedalate tra la natura. Piste ciclabili ben segnalate attraversano ogni angolo della regione, dalla Foresta Nera al Giura Svevo fino al Lago di Costanza. Tra le più amate spiccano anche la pista ciclabile della Foresta Nera del Sud (240 km di tranquille pedalate dal lago di Titisee fino a Lenzkirch) o i 109 km della pista che attraversa la valle del fiume Tauber fino ad arrivare in Baviera.Per escursionisti e ciclisti l’Ente del Turismo della Foresta Nera propone interessanti offerte soggiorno con trasporto bagagli. Tutte le informazioni su: www.schwarzwald-tourismus.info. Collegamenti dall’Italia con Germanwings, Air Berlin e Lufthansa.

administrator

Pubblicato in IN EVIDENZA
Mercoledì, 13 Giugno 2012 08:27

Ciclopista Alpe Adria

La prima uscita di più giorni della FIAB di Treviso ci porterà a percorrere una famosa ciclabile, che dai confini con la Slovenia ci condurrà, piacevolmente in  discesa, fino a Udine. L'itinerario Alpe Adria ripercorre la vecchia ferrovia dismessa "Pontebbana", una delle ferrovie più belle e più ricche di storia. Un itinerario che ci permetterà di incontrare preziose testimonianze artistiche della Mitteleuropa, ma anche le severe valli del Friuli, i suoi verdi prati e le sue ampie foreste. Dai lussureggianti laghi di Fusine scenderemo a Tarvisio, incontreremo poi Pontebba e quindi Venzone, per chiudere il nostro giro a Udine.Ecco il programma più in dettaglio:  Partiremo il 13 luglio dalla stazione di Treviso alle 10.30. Arriveremo a Tarvisio alle 15.00. Da qui percorreremo in leggera salita, per circa 15 chilometri, la ciclabile che ci porterà ai laghi di Fusine. Qui dopo un rilassante momento di sosta in riva ai laghi, che una guida locale definisce "due smeraldi sotto la mole sovrannaturale del Mangart, una cornice di viva roccia che si riflette sull'acqua", alloggeremo presso l'albergo "Al Sole", dove ceneremo.Il giorno dopo, sabato 14 luglio, scenderemo toccando prima di nuovo Tarvisio e poi, seguendo il sedime della vecchia ferrovia Pontebbana, arriveremo a Pontebba. Qui una sosta d'obbligo ci porterà a visitare la Pieve di S. Maria Maggiore, impreziosita da uno spettacolare altare settecentesco ligneo.Quasi sempre in leggera discesa, giungeremo a Venzone, piccolo prezioso scrigno d'arte e di quiete. La cittadina, pesantemente danneggiata dal terremoto del 1976, è stata attentamente ed accuratamente ricostruita. La cura quasi filologica con cui è stato portato avanti il prezioso lavoro di recupero, ci permetterà di cogliere la deliziosa tessitura urbanistica di impianto squisitamente medievale. Qui alloggeremo presso una piccola locanda.Il giorno successivo, domenica 15 luglio, percorrendo dapprima strade secondarie e da Buja l’ippovia del Cormor (percorso naturalistico ciclabile) arriveremo a Udine. Dal capoluogo friulano, riprenderemo nel pomeriggio il treno che ci riporterà a Treviso.DETTAGLI:Partenza: Venerdì 13 luglio ore 10:30.Ritorno: Domenica 15 luglio ore 19:00 circa.Costo: 100 € comprensivo dei biglietti del treno, alloggio presso Albergo al Sole a Fusine con cena, e alloggio a Venzone alla Locanda al Municipio. Nella quota non sono compresi i pranzi e la cena del secondo giorno a VenzonePranzi e cene : I pranzi sono liberi, così come la cena a Venzone. La cena a Fusine è compresa nel prezzo e sarà presso l'albergo dove alloggiamo.Referenti: Roberto tel. 339.4123300 e Nadia tel. 366.6800860    Iscrizioni:   In sede (Viale III Armata, 15)preferibilmente entro giovedì 7 giugno dalle 19.30 alle 20.30, eventualmente entro giovedì 14 giugno, oppure contattando i referenti. I posti disponibili sono pochi e quindi affrettatevi a contattarci.

Comunicato stampa

http://www.amicidellabicicletta.eu

Pubblicato in IN EVIDENZA
Mercoledì, 13 Giugno 2012 09:09

Alla scoperta dei castelli del Friuli

L’Associazione Sportiva Dilettantistica G.S. K2 di Udine organizza la terza ciclostorica del Friuli tra mercoledì 11 e domenica 15 luglio 2012.
La manifestazione è inserita per il terzo anno nel calendario del Giro d’Italia d’Epoca che si sviluppa in 12 tappe organizzate in diverse Regioni italiane.
La partecipazione alle tappe del Giro d’Italia d’Epoca è consentita agli appassionati con bici e abbigliamento realizzati prima del 1987, divisi in categorie secondo quanto previsto dall’apposito regolamento.
La terza edizione della K2 CicloStorica si svolge in Friuli con sede principale a Udine e con iniziative di contorno rivolte ai bambini delle scuole elementari, agli appassionati del ciclismo e a quanti voglio rivivere lo sport del passato anche attraverso mostre e dibattiti.
Ospite della manifestazione il 5 volte Campione del Mondo di ciclocross Renato Longo.

Il programma 2012 prevede le iniziative di seguito descritte.
Giugno 2012
Presso le scuole elementari cittadine selezioni per la giornata finale di K2 MiniBici 2012
Venerdì 29 giugno 2012
Presentazione della manifestazione a Palazzo d’Aronco alla presenza delle Autorità.
Mercoledì 11 luglio 2012
Ore 18.00 Inaugurazione della mostra di bici, moto e auto d’epoca presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo
La mostra rimarrà aperta durante la Notte Bianca
Ore 21.00  Spettacolo di benvenuto presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo
Giovedì 12 luglio 2012
Ore 13.00  Apertura della mostra di bici, moto e auto d’epoca presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo.
Ore 17.30 – 19.30    Giochi tradizionali – Animazione per grandi e piccini con la collaborazione del LUDOBUS del Comune di Udine. Appuntamento in piazza Duomo.
Ore 20.00 Riconoscimenti a tutti i partecipanti distribuiti presso la struttura di accoglienza.
Venerdì 13 luglio 2012
Ore 13.00 Apertura della mostra di bici, moto e auto d’epoca presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo.
Ore 18.00 – 19.30    Giornata finale di K2 MiniBici 2012 nel Centro Città
Ore 20.00  Riconoscimenti e premi a tutti i partecipanti distribuiti presso la struttura di accoglienza
Sabato 14 luglio 2012
Ore 13.00  Apertura della mostra di bici, moto e auto d’epoca presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo.
Ore 19.00 – 20.30    2° K2 CronoStorica per bici d’epoca nel Centro Città
Ore 20.30 – 21.00    2° CronoVip con personalità della politica, dell’imprenditoria, dello spettacolo e dello sport della Regione su percorso ridotto
Ore 21.30 Rinfresco e premiazioni presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo
Domenica 15 luglio 2012
Ore 7.30 – 8.45 Ritrovo presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo
Verifica iscrizioni, consegna numeri e pacco gara contenente materiale informativo e promozionale delle località della Regione
Ore 8.50 Raduno partecipanti
Ore 9.00 Partenza ufficiale da piazza Libertà di
K2 CicloStorica 2012 - alla scoperta dei castelli del Friuli
Percorso cittadino lungo via Mercatovecchio, piazza Marconi, via Bartolini, piazza San Cristoforo, via Gemona, piazzale Osoppo, viale Volontari della Libertà, piazzale Chiavris, viale Vat, via Torino, via Molin Nuovo per proseguire verso nord.
Ore 13.30  Arrivo in via Mercatovecchio.
Ore 14.00  Pranzo e premiazioni presso la struttura di accoglienza in piazza Duomo.
Tutte le iniziative sono promosse e organizzate da asd G.S. K2
Evento dedicato ai bambini in collaborazione con LUDOTECA di Udine
Ospitalità a cura di Barbe Coccul
L’Associazione G.S. K2 con la manifestazione K2 CicloStorica 2012 aiuta gli amici di Associazione Oncologica Alto Friuli
Gruppo Sportivo K2 - Associazione Sportiva Dilettantisticasede via Bernardinis 141 - 33100 Udine - 0432 482269         

sito www.gsk2.it  mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://giroditaliadepoca.eu

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 28 Maggio 2012 08:26

San Candido Lienz in bici 2012

L'agenzia La Bottega dei Viaggi propone per 10 GIUGNO 2012 la manifestazione "SAN CANDIDO – LIENZ IN BICI".

Partenza indicativa ore 07:00 da Mira. Sosta lungo il percorso. Arrivo a Dobbiaco in mattinata e inizio del percorso in bicicletta (oppure tempo libero a disposizione per effettuare passeggiate o altro). Pranzo libero. Partenza nel tardo pomeriggio e rientro previsto per ora di cena.

Il percorso è superabile e percorribile senza eccessiva fatica e adatto ad ogni tipo di bicicletta.

Itinerario: San Candido - Versciaco - Arnbach - Sillian - Abfaltersbach - lungo la Drava fino a Lienz

Distanza: 44 km

Tempo previsto: 2 - 3 ore

Dislivello: 500 metri

Difficoltà: facile

La quota comprende:

tragitto in pullman granturismo con carrello bici, assistenza dell'agenzia, assicurazione medica.

La quota non comprende:

il pranzo, eventuale noleggio bici in loco e quanto non menzionato in "la quota comprende".

Per informazioni e prenotazioni

La Bottega dei Viaggi

Via Nazionale, 85

30034 Mira (Venezia)

Tel. 041/422819

Fax 041/5609771

Fonte: http://bike-mtb.it

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 21 Maggio 2012 09:44

In bicicletta tra Mantova e Ferrara

Dal lago al mare, dall'ambiente lacustre e morenico fino alla maestosità del Delta del Po e alle ampie spiagge dei Lidi di Comacchio, un itinerario di 240 chilometri che, seguendo il tracciato dei fiumi e le strade arginali spesso ad uso esclusivo dei cicloturisti, permette di assaporare lentamente luoghi suggestivi, siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO come Mantova, Sabbioneta, Ferrara, il territorio delle Delizie Estensi e del Delta del Po, città e paesaggi di grande valore storico, culturale ed ambientale. Disponibile da qualche giorno la guida del nuovissimo percorso cicloturistico dal Veneto all'Emilia Romagna, passando per la Lombardia, che collega il Lago di Garda, i fiumi Mincio e Po e due città d'acqua, perle del Rinascimento: Mantova e Ferrara, legate intimamente da vincoli storici ed artistici.
Per conoscere i dettagli dell'itinerario, si può richiedere gratuitamente il folder con la mappa dettagliata del percorso tra Mantova e Ferrara, corredata di info utili, scrivendo una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure si può scaricarlo in formato pdf qui sotto, oppure ancora consultare il sito http://www.turismo.mantova.it/garda-adriatico, completo di indicazioni per tappe e dei link di approfondimento sulle strutture ricettive e sulle aree sosta camper lungo il percorso.
Domenica 10 giugno, nell'ambito delle attività di promozione degli itinerari Bicitalia, la Fiab nazionale, d'intesa con le proprie sezioni locali, ha promosso una cicloescursione da Mantova a Ferrara, il cui percorso è parte del nuovo itinerario Garda-Adriatico.

Fonte: http://www.ferraraterraeacqua.it

Pubblicato in IN EVIDENZA
Venerdì, 30 Marzo 2012 09:45

Aree Protette del Po e della Collina Torinese

Il Parco del Po Torinese ed il territorio della sua marca turistica "Po Confluenze Nordovest" sono costituiti da un mosaico di paesaggi differenti, raggruppabili in tre grandi aree:
Il "Po dei Laghi", cioè la zona che si estende a sud di Torino, fino ad arrivare ai comuni più settentrionali della Provincia di Cuneo, caratterizzata dalla presenza di numerosissimi laghi di cava
Il "Po dei Re", cioè la città di Torino e la sua cintura, caratterizzata dal sistema di residenze e di testimonianze sabaude, che nel Settecento fu definita "Corona di Delitie"
Il "Po delle Colline", cioè quel territorio fra le Colline del Po, il Canavese ed il basso vercellese, che ruota attorno alla città di Chivasso.
L'Ente Parco ha attivato progetti di promozione turistica e di fruizione del territorio in collaborazione con i Comuni, con l'Azienda di Promozione Turistica ATL 1 Turismo Torino e Provincia, con la Regione Piemonte, con la Provincia di Torino, con l'Osservatorio del Paesaggio del Po e della Collina Torinese, con la compagnia teatrale Faber Teater, con le Pro Loco del territorio e con varie associazioni sportive e ricreative, quali ad esempio Bici&Dintorni di Torino, il Club Alpino Italiano sezione di Moncalieri, il Comitato Regionale Piemonte della Federazione Italiana Canoa Kayak, il Comitato Regionale del Piemonte della Federazione Italiana Canottaggio, l'Associazione SPORT di canottaggio a Torino, l'associazione di turismo equestre Cavalcavalli.

per maggiori informazioni

Fonte: http://www.parcopotorinese.it

Pubblicato in IN EVIDENZA
Lunedì, 17 Ottobre 2011 11:58

Albergabici ricettività a favore delle due ruote

Albergabici è il nuovo sito della Fiab che mappa e descrive tutte quelle strutture ricettive che in Italia offrono servizi a favore del cicloturismo e dei ciclisti. Alberghi e B&B suddivisi per regione consultabili sul sito della Federazione Italiana Amici della Bicicletta.
Il servizio Albergabici della Fiab propone a tutte le strutture ricettive (alberghi, agriturismo, bed & breakfast, campeggi, ecc) che offrono servizi a favore dei ciclisti e si sentono in qualche modo “Amici della Bicicletta” di farsi conoscere nel mondo del cicloturismo e cicloescursionismo.
Albergabici ha l’obbiettivo di segnalare le strutture idonee ai ciclisti, con lo scopo di mettere in rete utili informazioni, altrimenti difficilmente reperibili, per chi viaggia in bicicletta o semplicemente intende effettuare alcune escursioni nei dintorni del suo luogo di vacanza.
Si può scoprire, tra l'altro, se nella tal città è segnalato un albergo che ha un riparo coperto e sicuro per le proprie bici, o se dispone di una piccola officina o di un noleggio biciclette, dove per i ciclisti ci sono menù rinforzati o guide a disposizione, la distanza stazione ferroviaria e, non da ultimo, se si trova una struttura che offre sconti o servizi particolari per i soci Fiab.
I dati sono inseriti dalle singole strutture e devono essere aggiornati almeno ogni anno, garantendo così una informazione precisa e trasparente.
Il servizio è integrato con il portale Bicitalia.org che consente di visualizzare la posizione delle strutture in riferimento alle principali Ciclovie di Bicitalia.

Per chi vuole viaggiare in bicicletta in solitaria o in compagnia, fra i borghi e gli splendidi panorami del Piemonte, consigliamo di visitare EasyBike, il portale del cicloturismo in Piemonte.

Fonte: Albergabici

Pubblicato in IN EVIDENZA
Venerdì, 07 Ottobre 2011 09:20

TRENI E BICI IN LAZIO. Volume I

TRENI E BICI IN LAZIO. Volume I
Autore: Romano Puglisi
Prezzo: € 12,40
Numero di pagine: 192
Editore: Edicicloeditore

 

E' dedicato al Lazio il terzo capitolo della collana Treni&Bici pubblicata da Ediciclo.
Una guida particolare che, nella vasta produzione libraria dedicata al cicloescursionismo, rappresenta una novità per la sua triplice originalità.
Innanzitutto il volume apre una finestra sull'intermodalità di trasporto della bicicletta al seguito del viaggiatore, ancora poco conosciuta al grande pubblico, che unisce alla rapidità del treno la grazia della bicicletta capace di accostarsi ad ambienti che meritano il massimo rispetto.
In secondo luogo, questa è decisamente una guida di itinerari in bicicletta che si rivolge ad un pubblico sovente dimenticato: le famiglie ed i loro bambini, con l'ambizione di diffondere più capillarmente una cultura europea della bici partendo dagli utenti più vulnerabili della strada.
Infine, gli itinerari propongono percorsi su strade poco trafficate, ignorate dal grande traffico, attentamente studiati e testati; niente strade sterrate impraticabili a chi non abbia una mountain bike, ma soprattutto strade asfaltate che si armonizzano all'uso di qualsiasi bicicletta e per ogni tipo di ciclista.
Questa è insomma una guida per tutti quelli che amano pedalare senza fretta e vogliono scoprire le ricchezze del prezioso patrimonio artistico e naturalistico di una splendida porzione d'Italia.

http://www.ediciclo.it

Pubblicato in LIBRI
Venerdì, 07 Ottobre 2011 09:13

TRENI E BICI IN LAZIO. Volume II

TRENI E BICI IN LAZIO. Volume II
Autore: Romano Pugliesi
Prezzo: € 12,40
Numero di pagine: 191
Editore: Edicicloeditore

Dopo Treni&Bici1-Lazio Settentrionale, Romano Puglisi propone Treni&Bici2-Lazio Meridionale.
Quest'ultimo, come già il volume precedente, apre una finestra sull'intermodalità di trasporto della bicicletta al seguito del viaggiatore che unisce alla rapidità del treno la grazia della bicicletta capace di accostarsi ad ambienti che meritano il massimo rispetto.
I 35 itinerari cicloturistici ivi contenuti sono praticabili da qualsiasi tipo di biciccletta e da ogni tipo di ciclista, bambini compresi...nella speranza di diffondere così una cultura europea della bici, partendo dagli utenti più vulnerabili della strada.
Insomma questa è la guida pertutti coloro che vogliono pedalare senza fretta per scoprire le ricchezze del prezioso patrimonio artistico e naturalistico che si incontra attraversando la campagna romana, i Monti Simbruini ed Ernici, il Parco dell'Appia Antica e dei Castelli Romani, i Monti Lepini, la Pianura Pontina, i Monti Ausoni e Aurunci, la Ciociaria e la Valle del Garigliano.
Allegata all'ultima fatica di Puglisi, c'è la descrizione di 5 percorsi tra mare e monti "Itinerari in mountain bike nel Sud Pontino" di Francesco Calise, istruttore nazionale di mountain bike, diplomato presso la Scuola italiana di Mountain Bike.
http://www.ediciclo.it
Pubblicato in LIBRI

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti!


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie e la scomparsa di questo banner.