Lunedì, 11 Settembre 2017 09:15

“Marchiatura” contro i furti di bici: la città di Torino si mobilita

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’aumento dei furti di bicicletta, oramai, è diventato motivo di sconforto e di perdita dell’entusiasmo nella ricerca di mezzi di trasporto alternativi e non inquinanti.

Per assopire i tassi di furto, la città di Torino in collaborazione con l’Associazione Intorno, ha messo in campo una strategia molto funzionale: si tratta della “marchiatura” delle biciclette, l’incisione di varie cifre in un punto facilmente visibile del telaio.
La bollatura, unitamente alla compilazione di un modello prestampato dove inserire i dati anagrafici del proprietario ed eventuali segni distintivi del mezzo (colore, eventuali scritte adesive, o altri segni particolari) comporta il censimento della bicicletta in un apposito archivio dove è possibile interagire segnalando eventuale furto, smarrimento o passaggio di proprietà del veicolo.
La marchiatura è realizzata con una macchina per fresatura o micro percussione ed è praticabile soltanto nei mezzi in metallo.
Dopo il censimento della bicicletta, al proprietario viene consegnato una tessera con su scritto i dati identificativi del proprio mezzo.
L’attività di mappatura consentirà alle forze dell’ordine impegnate nella lotta ai furti di biciclette, in caso di ritrovamento del mezzo, di identificare il proprietario in maniera rapida, ma soprattutto costituirà da deterrente per chi, dopo aver rubato la bicicletta, prova a rivenderla a terze persone.
Il possesso della bicicletta, senza aver dimostrato il titolo d’acquisto, può portare a una denuncia penale.
L’operazione di marchiatura viene espletata nelle date 15 settembre e 13 ottobre presso la sede dell’Associazione Intorno di corso Inghilterra n. 7, dura circa dieci minuti ed ha un costo di 5 euro a titolo di rimborso spesa.

Fonte: associazioneintorno.it; comune.torino.it;

Letto 1718 volte

Potrebbero interessarti anche

  • La prima pedalata non si scorda mai

    Abbandonando la suddivisione tra passato, presente e futuro, notiamo qualcosa di istintivo, nel fascino della bicicletta.

  • La bici d’inverno

    Gli amanti della bicicletta vorrebbero organizzare escursioni su due ruote anche d’inverno, bisogna però avere un abbigliamento adeguato per evitare che il freddo rovini le nostre passioni.

  • Gli enti di previdenza sociale italiani sostengono la bicicletta

    Inps e Inail i due enti di previdenza sociale italiani hanno annunciato alcune novità per la riduzione delle emissioni inquinanti, incentivando l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano. L’Inps nel corso del 2018 ha deciso di puntare sul verde per quanto riguarda la propria mobilità. 

Itinerari

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.