Giovedì, 26 Luglio 2012 08:24

In bici aspettando l'alba

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il "Coordinamento Palermo Ciclabile – Fiab" nasce spontaneamente da una improvvisata iniziativa di alcuni ciclisti urbani di Palermo, decisi ad intraprendere un percorso comune con l'intento di sviluppare la mobilità ciclistica in ambito urbano. L'idea: una lettera, controfirmata da un congruo numero di ciclisti in via Libertà durante una delle domeniche di chiusura al traffico della stessa, da inviare al Sindaco ed agli Assessori Comunali per chiedere interventi a favore della mobilita' ciclistica.

In breve tempo comincia ad instaurarsi un rapporto con le istituzioni cittadine finalizzato a smuovere la stagnazione di progetti di piste ciclabili mai eseguiti.

Il 29 luglio Coordinamento Palermo Ciclabile – FIAB ripropone la bellissima esperienza di veder sorgere il sole.

Appuntamento ore 05:30 Piazza Ruggero Settimo con partenza ore 05:40 in punto.

Percorreremo: via R. Settimo, a sx via Cavour, a dx via Cala, a dx Foro Umberto I. Attraversamento al semaforo pedonale ed imbocco ciclabile per portarsi sul lungomare dove assisteremo all''alba. Alba ore 06:04

Dopo l'alba intorno alle 06:40 partenza per Mondello. Seguiremo il percorso classico attraversando il Parco della Favorita fino a Mondello.

Pausa in piazza di 45 minuti e dopo la colazione chi lo preferisce può tornare indietro con gli organizzatori mentre chi vuole fare il bagno può fermarsi e rientrare per proprio conto quando preferisce.

Il percorso di ritorno è previsto dall'Addaura, via dei Cantieri, via Quinta Casa (ciclabile), via C. Colombo, via Crispi (ciclabile), via E. Amari, piazza R. Settimo.

Fonte: http://www.palermociclabile.org/

Letto 3288 volte

Potrebbero interessarti anche

  • Alimentazione per andare bene in bici

    Con l’avvicinarsi delle belle giornate miti della primavera, molti appassionati della bici (sportivi e non), iniziano ad utilizzare con più frequenza le due ruote, magari organizzando delle lunghe pedalate, viaggi cicloturistici e allenamenti per preparare una gara.

  • Programma sperimentale di mobilità sostenibile. FIAB: e la bici?

    Leggendo l’attuale decreto “Programma sperimentale di mobilità sostenibile” del Ministero dell’Ambiente, sembra quasi che usare il termine bicicletta crei delle difficoltà. Come se il più antico mezzo di deambulazione sia più un problema che una soluzione benefica ai problemi di circolazione, di smog e di salute.

  • Un Nobel di Pace a prova di pedale

    Se due indizi fanno una prova, le nove motivazioni sostenute da Caterpillar per riconoscere alla bici il Premio Nobel per la Pace 2016 corrisponderebbero a una certezza.

Itinerari

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.