Martedì, 29 Aprile 2014 01:00

Le strade dei valdesi: sulla via dell'Esilio in bicicletta e in bus.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Luglio e agosto 2014. Un percorso guidato alla ricerca di storie, curiosità e angoli nascosti tra Piemonte e Savoia.

Il progetto transfrontaliero “Le strade degli Ugonotti e dei Valdesi” ha ottenuto nel 2013 il riconoscimento dal Consiglio d'Europa quale percorso di interesse europeo.
Ne fa parte il sentiero dell'Esilio dei Valdesi, relativo agli avvenimenti del 1687.
I valdesi prigionieri furono esiliati divisi in tredici brigate, ognuna con partenza da una diversa prigione piemontese. In questo progetto si propongono le tappe della terza brigata, che partì da Saluzzo sabato 18 gennaio 1687 e giunse a Ginevra dopo 17 giorni di cammino. Erano persone di tutte le età: bambini, donne, uomini, anziani. Il gruppo percorse a piedi o su muli una distanza tra i 15 e i 40 km al giorno, sostando nelle cittadine di Vigone, Orbassano, Avigliana, Bussoleno, Novalesa, Lanslebourg, Modane, Saint-Jean-de-Maurienne, Aiguebelle, Grésy-sur-Isère o Tournon, Faverges, Annecy, Cruseilles e Ginevra.
Per l'estate 2014 la Fondazione Centro Culturale Valdese propone due iniziative di valorizzazione e scoperta dell'Esilio:

  • in bicicletta da Saluzzo a Ginevra, con visite e animazioni storiche lungo l'itinerario. Date: dal 30 giugno al 6 luglio, e dal 10 al 17 agosto.
  • un weekend di scoperta del tratto dell'Esilio tra la Val Susa e Ginevra, con spostamenti in bus e visite a luoghi e musei. Date: 5 e 6 luglio.

Iscrizioni entro martedì 3 giugno 2014.

Sul progetto dell'Esilio dei Valdesi è disponibile anche una guida edita nel 2014.

Per informazioni sui percorsi dell'esilio e le iniziative dell'estate contattare la Fondazione Centro Culturale Valdese: tel. 0121 95 02 03, www.fondazionevaldese.org e pagina facebook, mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 3940 volte

Potrebbero interessarti anche

  • In bici da Ovada a Novi Ligure in una cornice ricca di castelli e fortezze secolari

    Scheda tecnica percorso
    Lunghezza percorso: 32,5 Km
    Tipologia: itinerario su pianura, collina, sterrato e asfalto
    Difficoltà: media
    Località di partenza: Ovada
    Località d’arrivo: Novi Ligure
    Località attraversate: Ovada, Rocca Grimalda, Castellletto d’Orba, Capriata d’Orba, Francavilla Bisio, Tassarolo, Pasturana, Novi Ligure

  • Bici elettriche nel Monferrato

    Sono un vero e proprio concentrato di tecnologia la nuova generazione di e-bike, biciclette a pedalata assistita, elettriche, ricaricabili, dai bassissimi consumi e dalle lunghe percorrenze.

  • La Val di Susa tra bici e arte “Diocesana”

    Scheda tecnica percorso
    Lunghezza percorso: 8 km e 10 km
    Tipologia: itinerario su strada asfaltata
    Difficoltà: media
    Località di partenza: Chiomonte, loc. Pian del Frais
    Località d’arrivo: Susa
    Località attraversate: Chiomonte, Gravere, Arnodera e Susa.

Itinerari

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.