Giovedì, 10 Gennaio 2013 12:23

In Olanda in bici anche con il ghiaccio

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ad Utrecht è partito un progetto per creare piste ciclabili riscaldate

L'Olanda è patria di ciclisti, si sa, è quindi normale che il Paese dei tulipani fosse il primo a pensare a un modo per andare in bicicletta nonostante le piste ciclabili siano ghiacciate.

L'energia del Sole per scaldare le piste

Una soluzione green, data anche la natura del mezzo a due ruote, quella individuata dal comune di Utrecht: piste ciclabili riscaldate dal calore del Sole. Così come succede per i pavimenti, le piste ciclabili olandesi saranno riscaldate durante l'inverno grazie a delle tubature, al di sotto della superficie del manto stradale, che convoglieranno il calore raccolto durante la bella stagione.

Il costo dell'operazione è tra i 19mila e i 38mila euro per chilometro, la stessa cifra che viene spesa per la posa dell'asfalto.

Fonte: datamanager

Letto 4784 volte

Potrebbero interessarti anche

  • Sistema bici: cosa succede altrove

    Non solo piste ciclabili, ma "fare sistema", "bike highways" e parcheggi intermodali. Questi dovrebbero essere i capisaldi con cui incentivare la mobilità sostenibile su due ruote in Europa. Ma nel nostro bel paese tutto cuò pare essere una chimera.

  • IL GPS per difendersi dai furti

    Il numero di furti di biciclette in Italia è arrivato alla cifra record di circa 3000 al giorno, senza soluzione di continuità. Giorno e notte non fa differenza. Ed una possibile soluzione è stata testata in Svizzera e nei Paesi Bassi, la nazione delle due ruote per eccellenza.

  • Nimega: biciclette e caffe' storici

    Una delle città più antiche dei Paesi Bassi ospita il Velorama, museo unico nel suo genere. Costruita sul fiume Waal, circa 20 chilometri a sud di Arnhem, è famosa per essere stata dichiarata meta per lo shopping più varia di tutta l'Olanda e vanta un nutrito numero di caffè, il che la rende molto popolare non solo tra gli olandesi ma anche tra i turisti.

    La città ospita diversi musei e resti che risalgono all'epoca romana, tra questi anche il Velorama, ovvero il Museo Nazionale della Bicicletta, che si trova all'interno di un edificio storico. Visitare il Velorama significa avere la possibilità di ammirare un'esposizione unica con modelli di bici che ne abbracciano tutta la storia dal 1817. Il museo, si struttura su tre piani e presenta 250 esemplari di varie epoche, tra cui quelli della collezione privata del fondatore Gertjan Moed. Biciclette provenienti da Inghilterra, Francia, Germania e America illustrano la storia di questo veicolo, dalla prima draisina senza pedali e mossa dall'azione dei piedi sul suolo fino alle biciclette da cross e VTT contemporanee. Una saletta è dedicata alle famose biciclette olandesi, antiche e moderne (Burgers, Scholte, Fongers, Locomotief, Gazelle, Simplex). Tra le chicche da scoprire alcuni esemplari appartenuti alla Casa Reale, tra cui la bicicletta pieghevole Fongers.

    Informazioni
    Velorama
    Waalkade 107, Nijmegen
    Tel: 024 322 58 51
    www.velorama.nl

    Fonte: La Stampa, viaggi.michelin.it

Itinerari

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.