Giovedì, 29 Giugno 2017 09:52

La “Corona di Delizie” in bicicletta

Vota questo articolo
(0 Voti)

Scheda tecnica percorso
Lunghezza percorso: 75 km
Tipologia: Itinerario su sede stradale
Difficoltà: media
Località di partenza: Castello di Moncalieri
Località d’arrivo: Castello del Valentino
Località attraversate: Moncalieri, Stupinigi, Tetti Valfré, Cascina Mellano, Rivalta di Torino, Corbiglia, Rivoli, Alpignano, Pianezza, Venaria Reale, Torino.

Introduzione: Denominazione comune dell’itinerario ciclistico “Corona di Delizie” sono le residenze sabaude e i parchi circostanti la prima cintura torinese. Nato per valorizzare l’importante sistema architettonico delle Residenze Sabaude, dal 1997 riconosciuto dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, il percorso tracciato attraversa una serie di ciclopiste, di ciclostrade, di greenways e di strade rurali che esaltano le bellezze di carattere storico, artistico e ambientale del territorio.

Descrizione: Sede di partenza di questo tour alla scoperta delle Residenze Sabaude è il Castello di Moncalieri. Iniziate il percorso seguendo il viale che conduce al Ponte dei cavalieri dei Templari. Attraversatelo e dopo aver lambito il Parco delle Vallere, seguite le indicazioni per Corso Roma. Attraversate il Sangone e pedalando lungo il suo argine, immergetevi nell’atmosfera magica del Parco Piemonte. Seguendo Strada Castello di Mirafiori passerete dinanzi all’omonimo Castello, un’altra dimora storica di casa Savoia.
Giunti in fondo, incrocerete Corso Unione Sovietica. Svoltate a sx e dirigetevi dritto verso Stupinigi: in fondo alla strada troverete la Palazzina di Caccia con tutto il suo Parco Naturale pronti ad accogliervi. Percorrete la SP 143: la sede stradale alla sx della Palazzina di Caccia e dirigetevi verso Orbassano.
Superato il centro città, seguendo via Rivoli e Strada Rivalta, vi ritroverete ad attraversare nuovamente il fiume Sangone. Oltrepassata la sponda troverete la “Ciclopista del Sangone” pronta ad accompagnarvi fino alla piccola frazione di Villarbasse. Seguite la SP 184 in direzione di Rivoli. Dopo 8 km circa vi ritroverete alle porte di un’altra importante residenza reale: il Castello di Rivoli. Fermatevi per una sosta rigeneratrice: avete percorso poco meno della metà dell’itinerario ciclistico “Corona di Delizie”.
Terminata la sosta ripartite alla volta di Venaria Reale. La strada più semplice prevede l’attraversamento della SP178 passando per i centri di Alpignano e Pianezza. Superato il centro di Pianezza, seguendo via Cassagna, raggiungete la SP 8.
Svoltate a dx in direzione del campo sportivo e alla rotonda prendete la prima uscita. State percorrendo il versante sud del Parco La Mandria. In questo scenario di natura incontaminata hanno sede altre due importanti Residenze Sabaude: la Reggia di Venaria e il Castello de La Mandria, la fortezza che fece da residenza a Vittorio Emanuele II e alla bella Rosin.
Dopo aver fatto un breve giro turistico per i Palazzi Reali, attraversate il Torrente Ceronda e, seguendo la pista ciclabile che costeggia il fiume Stura di Lanzo arriverete al Parco della Colletta. Seguendo il tracciato della ciclabile che lambisce la Dora, risalite verso il centro città.
Attraversate il ponte di Corso regio Parco e imboccate Viale Primo Maggio: la strada dei Giardini Reali che porta nel centro di Torino.
Le bellezze artistiche e architettoniche del Palazzo Reale, di Palazzo Madama e dei “vicini” Teatro e Palazzo Carignano, sono crocevia di passanti e turisti provenienti da tutto il mondo.
La tappa finale del tour “Corona di Delizie” ci porta nel parco più storico del capoluogo piemontese: il Valentino. Qui ha sede il Castello del Valentino: la Villa fluviale che dopo essere stata una prestigiosa residenza di corte è diventata la sede universitaria della facoltà di architettura.

(G.M.)

Letto 893 volte

Potrebbero interessarti anche

  • La bici d’inverno

    Gli amanti della bicicletta vorrebbero organizzare escursioni su due ruote anche d’inverno, bisogna però avere un abbigliamento adeguato per evitare che il freddo rovini le nostre passioni.

  • Gli enti di previdenza sociale italiani sostengono la bicicletta

    Inps e Inail i due enti di previdenza sociale italiani hanno annunciato alcune novità per la riduzione delle emissioni inquinanti, incentivando l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano. L’Inps nel corso del 2018 ha deciso di puntare sul verde per quanto riguarda la propria mobilità. 

  • Bici in Treno

    La Commissione Trasporti e Turismo del Parlamento Europeo, ha approvato una bozza di regolamento per rendere obbligatoria la presenza di almeno otto posti per biciclette sui treni europei.

Legenda difficoltà bici da corsa

  • Legenda difficoltà BICI DA CORSA
    Legenda difficoltà BICI DA CORSA

    Difficoltà: La valutazione della difficoltà dei percorsi in bici da corsa prende in considerazione la lunghezza e il dislivello del percorso.

Scala cicloturismo in MTB

Legenda difficoltà trial

  • Legenda difficoltà TRIAL
    Legenda difficoltà TRIAL

    Singletrail-Skala: comprende sei gradi di difficoltà che vanno da S0 fino a S5 e valuta esclusivamente le difficoltà tecniche che riguardano un sentiero, sia esso pianeggiante, in salita o in discesa.

Tuttobike

Tutto quello che serve agli appassionati delle due ruote, punti vendita, assistenza, riparazioni e abbigliamento.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti!


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie e la scomparsa di questo banner.
Leggi l'informativa estesa Accetta Rifiuta