Stampa questa pagina
Venerdì, 12 Gennaio 2018 11:33

Pedalando sulle strade del Cardo Bianco di Andezeno

Vota questo articolo
(0 Voti)

Scheda tecnica percorso
Lunghezza percorso: 22 km
Tipologia: itinerario misto, con tratti di sede stradale sterrata
Difficoltà: difficile
Località di partenza: Piazza Italia (Andezeno)
Località d’arrivo: Piazza Italia (Andezeno)
Località attraversate: Andezeno, Bric Andio, Montaldo, Tetti Ottone, Cascina Gambarua, Tetti Baruetto, Tetti Corniglia, Lago di Arignano, Andezeno.

Introduzione: Le pendenza limitate e la distanza modica fanno si che si possa “prestare” a qualsiasi tipo di cicloturista. Se poi si aggiunge che attraversa i luoghi dove trova massima espressione una delle varietà più note di cardo: “Cardo bianco di Andezeno” allora diventa un piacevole invito a tutti gli amanti della natura incontaminata.

Descrizione: L’itinerario trova il punto di partenza in quel di Andezeno: la piccola realtà piemontese che affonda le sue radici nel primo millennio d.c.
Si inizia a pedalare dalla piazza centrale in direzione di via Ceresole. Dopo circa 500 mt. si svolta a sx e si proseguite in direzione di Oriassolo. Al km 2, sulla vostra dx, troverete un vecchio mulino ad acqua e una serie di campi coltivati da piantagioni di cardo..
Andate dritto e appena incrocerete via Buttigliera, svoltate a sx.
Proseguite dritto fino ad immettervi sulla SP 121, quindi girate a dx e subito dopo a sx. .
Superate Oriassolo e poi svoltate a dx. Adesso, seguendo la SP 120 prima e la SP 119 dopo, inizierete un “anello ciclabile” di 14 km che vi riporterà in questo punto.
Lungo i quattordici chilometri, lo scenario paesaggistico sarà formato da un andirivieni di campi coltivati da piantagioni di cardo Bianco di Andenzeno.
Passerete dinanzi alle sponde del lago di Arignano e subito dopo sarete catapultati nell’atmosfera magica del centro abitato di Arignano.
Una leggenda narra che il paese sia stato misteriosamente risparmiato dall'epidemia di peste che nel 1630 colpì la vicina città di Chieri e diverse regioni italiane.
Una breve sosta per rigenerarsi e scoprire i luoghi d’interesse storico come la Rocca di Arignano e il castello inferiore e poi di nuovo in sella per continuare a pedalare lungo la via del ritorno: il percorso, infatti, dopo aver superato la piccola frazione di Giachino, si ricongiungerà sulla SP 121. Quindi svoltate a sx e riprendete via Buttigliera. Proseguite dritto fino a raggiungere il centro di Andenzeno.

Fonte: piste-ciclabili.com

Letto 1452 volte

Potrebbero interessarti anche